Prunus armeniaca (Albicocco)

 Descrizione

Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, è un albero che può raggiungere i 7-8 metri di altezza e sviluppare una chioma di 4-5 metri di diametro, se lasciato crescere liberamente. Per facilitare la raccolta l´altezza media viene però mantenuta intorno ai 3 metri.

Il fusto presenta una corteccia rossastra, e la chioma è a sviluppo tondeggiante. Le foglie sono ovali, lucide e dai margini seghettati, mentre i fiori che sbocciano sul finire dell´inverno, prima delle foglie, sono a 5 petali, con sfumature dal bianco puro al rosa.

Le albicocche, che a seconda delle varietà, maturano da maggio a luglio e sono di color giallo-arancio, oblunghe e con un evidente solco longitudinale. La polpa molto succosa e dal gusto gradevole, ne favorisce l´impiego come frutto fresco, inoltre sono utilizzate a livello industriale per la produzione di succhi di frutta, marmellate, ecc. Le albicocche sono ricche di sali minerali, sopratutto potassio e vitamina A.

Tra le varietà più conosciute, ricordiamo: Prunus Armeniaca ´Blenheim´, Prunus armeniaca ´Flavourcot´, Prunus Armeniaca ´Golden Glow´, Prunus armeniaca ´Hargrand´, Prunus armeniaca ´Isabella´, Prunus armeniaca ´Moorpark´ e Prunus Armeniaca ´Tomcot´. Da tener presente che nei vivai la denominazione delle piante di albicocco sono riconducibili al nome delle innumerevoli cultivar, dalle svariate caratteristiche sia organolettiche del frutto sia dal punto di vista della produttività.

Principali cultivar di Albicocco elencate per periodo di maturazione

Aurora
Di produttività incostante, condizionata dagli impollinatori e dalla potatura. Cultivar di albicocco autoincompatibile, presenta una polpa aranciata intensa, di media consistenza, aromatica, di buon sapore. Periodo di maturazione fine maggio

Tyrinthos
Albicco di vigoria medio-elevata e dall produttività elevata e costante. Frutto grosso ovato, con buccia aranciato-chiaro soffusa di rosso. Polpa aranciato-chiaro, soda, semispicca, di sapore scarso senza aroma né succosità. La precoce epoca di maturazione e la costante produttività ne hanno favorito la diffusione specialmente in collina dove migliora la qualità. Periodo di maturazione inizio giugno

Antonio Errani
Albicocco di elevata vigoria presenta un portamento assurgente con produttività media ma incostante. Frutto di medie dimensioni, ovato, asimmetrico, arancione chiaro, con sopraccolore medio. Polpa arancione, elevata consistenza, sapore ottimo, spicca. Cultivar quasi autoincompatibile, si avvantaggia di impollinatori. Preferisce ambienti collinari con scarsa umidità dell´aria. Periodo di maturazione inizio giugno

Precoce Cremonini (Precoce d´ Imola)
Albero da frutto vigoroso con elevata e costante produttività, produce albicocche di media pezzatura, ellittiche di colore giallo chiaro uniforme, brillante. Polpa aranciata, semispicca di sapore leggermente acido. Una delle migliori varietà precocissime. Periodo di maturazione inizio giugno

Precoce di Colomer
Un albicocco di elevata vigoria a portamento espanso, costante ed elevata produttività. Frutto piccolo, rotondo, simmetrico, di colore arancio con sopraccolore quasi assente. Polpa arancione, media consistenza, spicca sapore buono, con elevata acidità che perdono a completa maturazione. Molto rustica e produttiva, matura la seconda metà di giugno.

Bella d´Imola
Di vigore medio-elevato a portamento assurgente, di elevata e costante produttività; fruttifica su mazzetti di maggio e rami di un anno. Le albicocche sono medio-grosse, ellittiche, di color aranciato chiaro con leggero sovraccolore rosso. Polpa aranciata, mediamente soda, spicca, di buone qualità gustative con aroma e succosità medie; soggetto a screpolature ed attacchi di “monilia” in annate piovose. Varietà di precoce entrata in produzione, a maturazione concentrata con frutti di qualità. Necessita di costante diradamento. Periodo di maturazione metà giugno.

Cafona
Prunus armeniaca di elevata vigoria, presenta portamento intermedio e buona e costante produttività. Frutto medio piccolo, tondo-ovato, giallo chiaro con sfumature leggere nella parte esposta. Polpa gialla di media consistenza, semispicca, di medio sapore. Periodo di maturazione metà giugno.

Harcot
Di vigore medio-elevato, questo albicocco presenta un portamento mediamente espanso, di media produttività. Autoincompatibile, necessita di varietà impollinatrici. I frutti sono medio-grossi o grossi, ovati e di un bel color aranciato con sovraccolore rosso brillante per il 50% della buccia. La polpa è di color arancio intenso, consistente, spicca, di buon sapore con aroma medio e buccia acida. Interessante cultivar per ambienti settentrionali. Periodo di maturazione metà giugno.

San Castrese
Albicocco di forte vigoria, presenta un portamento espanso, costante ed elevata produttività. Frutto medio grosso o grosso, rotondo-ellittico, giallo intenso con leggere sfumature. Polpa arancio chiaro, di elevata consistenza, spicca, di sapore molto dolce, acidulo Varietà di Prunus armeniaca di elevata e costante produttività, in tutti gli ambienti. Ideale per la preparazione di frutta sciroppata. Periodo di maturazione terza settimana di giugno.

Vitillo
Dal portamento intermedio ad elevata vigoria, con produttività elevata e costante; fruttifica prevalentemente sui rami misti. Le albicocche sono grosse, ovato-ellittiche, giallo-arancio con sovraccolore rosso nella parte esposta; la polpa è di color arancio intenso, molto consistente, spicca, di elevate qualità gustative e con aroma intenso. Molto particolare per il sapore e l´aspetto dei frutti. Una varietà di Prunus armeniaca più adatta alla collina che alla pianura, dove può difettare di produttività. Periodo di maturazione terza settimana di giugno.

Palumella
Albicocco vigoroso dal portamento intermedio presenta una produttività elevata e costante. Frutto medio, ellittico-rotondo, giallo intenso con sovraccolore rosso sfumato sul 30% della superficie. La polpa è di color arancio chiaro, molto consistente, spicca di sapore medio con aroma e succosità scarsi.  Ideale per la preparazione di frutta sciroppata. Periodo di maturazione fine giugno.

Portici
Cultivar di Prunus armeniaca di media vigoria, presenta portamento assurgente e produttività elevata e costante. Le albicocche sono medio-grosse, oblunghe, di color arancio chiaro con sovraccolore nella parte esposta. Polpa di color arancio, consistente, spicca, di buon sapore, molto aromatica con succosità discreta. E´ ritenuta meritevole di diffusione per la produttività in tutti gli ambienti. In annate piovose presenta fessurazione in prossimità del calice. Periodo di maturazione fine giugno.

Pellecchiella
Cultivar di albicocco molto vigorosa, presenta portamento intermedio, con media ma costante produttività. Frutto di pezzatura medio-grossa, di forma oblungo-ellittica, di color giallo chiaro con sovraccolore leggero, rosso. Polpa soda, di ottimo sapore e di color giallo chiaro. Ottima resistenza alle manipolazioni. Le albicocche sono ottime sia per il consumo fresco sia per la produzione di frutti sciroppati. Periodo di maturazione fine giugno.

Reale d´Imola
Cultivar di Prunus armeniaca vigorosa dalla elevata ma incostante produttività, produce albicocche medio-grosse, oblunghe, dal giallo intenso all´aranciato. La polpa è di color arancione intenso e il  sapore va dal dolce all´acidulo. Semispicca, ma sensibile alla spaccatura. Periodo di maturazione fine giugno.

Pisana
Cultivar di albicocco di vigore medio-elevato presenta un portamento intermedio e una produttività medio-elevata e costante. Le albicocche sono di pezzatura grossa, ovate, giallo intenso con sovraccolore rosso brillante, su metà della superficie. La polpa consistente, è di color arancio, spicca e di ottime qualità gustative. L´aroma e la succosità sono elevate. Periodo di maturazione inizio luglio.

Per questo elenco si ringrazia i Vivai Piante Gabbianelli di Castelleone di Suasa (Ancona)

Coltivazione

Largamente coltivato in tutto il pianeta, l´albicocco pur essendo una pianta rustica, predilige climi temperati ed inverni miti. Coltivato in zone con inverni lunghi, la fioritura precoce, lo espone alle tardive gelate invernali, oltre che ai freddi venti, che possono danneggiare i fiori, con conseguente diminuzione della produzione di frutti; in funzione di ciò, si consiglia di piantarlo in pieno sole e al riparo dai venti.

Il terreno dovrà essere di medio impasto e concimato con azoto sul finire dell´estate. L´irrigazione dovrà essere effettuata dalla tarda primavera e per tutta l´estate, moderandola nel periodo della maturazione.

La potatura, come per la maggior parte degli alberi da frutto, è un fattore molto importante e l´albicocco non sopportando le potature drastiche, si consiglia di rivolgersi a personale specializzato, onde evitare grossi danni alla pianta.

Foto Gallery
Apricot (Prunus armeniaca)
Prunus armeniaca
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rosaceae
Fiori:
Dal bianco puro al rosa
Dimensioni:
7-8 metri di altezza se lasciato crescere liberamente
Irrigazione:
Dalla tarda primavera e per tutta l'estate
Concimazione:
Azoto a fine estate
Foglie:
Ovali, lucide e dai margini seghettati
Esposizione:
Pieno sole e riparato dai venti
Temperature:
Inverni miti
Terreno:
Medio impasto
Potatura:
Curiosità:
Le albicocche sono ricche di sali minerali, sopratutto potassio e vitamina A
Schede Correlate

Mandarino

 Descrizione Albero da frutto originario del Sud-Asiatico, si presenta come un arbusto o piccolo albero generalmente alto 2 metri, che può essere coltivato sia in piena terra sia in vaso. […]

Vaccinium corymbosum

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Ericaceae, il Vaccinium corymbosum deriva dal mirtillo che tutti conosciamo come un piccolo arbusto sempreverde, presente allo stato spontaneo in gran parte d´Italia, dove popola […]

Citrus aurantium

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Rutaceae, è parente stretto del Citrus sinensis, ed è un albero di altezza compresa tra 6 e 9 metri, con una chioma di diametro compreso […]