Ficus carica (Fico comune)

 Descrizione

Pianta molto rustica, appartenente alla famiglia delle Moraceae, il Ficus carica si adatta senza problemi a qualsiasi tipo di terreno. Di altezza compresa fra i 4 e i 10 metri, per 4-8 metri di diametro, il fico comune si caratterizza per il tronco corto, color grigio cenere, dal quale dipartono rami che portano grosse foglie trilobate o pentalobate, verdi sulla pagina superiore e leggermente più chiare in quella inferiore.

A questa specie appartengono due varietà: il Ficus carica sativa, definito fico domestico e il Ficus carica caprificus, a sviluppo selvatico. Il fico domestico può avere una o due infiorescenze; quelli più propriamente detti fichi o forniti, sono i frutti che maturano sul finire dell´estate e che provengono dalla fioritura primaverile; quelli provenienti dalla fioritura autunnale che maturano sul finire della primavera dell´anno successivo sono definiti fioroni o fichi primaticci.

 Principali varietà di Fico

Brogiotto Bianco
Molto produttivo e costante nella maturazione è una varietà di fico comune che produce solo forniti, di dimensioni medio-grosse. La buccia molto sottile di color verde chiaro vira verso il giallo chiaro a maturazione. La polpa dal sapore delicato è di color rosso ambrato. Periodo di maturazione dalla metà di agosto alla metà di settembre.

Brogiotto Nero
Vigorosa e produttiva, è una varietà di Ficus carica che produce solo forniti, di dimensioni medio-grosse. La buccia è molto spessa, nerastra, con sfumature violacee, mentre la polpa è di color rosso vivo, soda e dolce. La maturazione avviene verso la fine di agosto e con condizioni climatiche favorevoli, prosegue fino ad ottobre.

Dottato
Vigorosa e molto produttiva, questa varietà di fico produce sia fioroni sia forniti. I primi se l´inverno è stato mite cominciano a maturare dalla fine di giugno fino a metà luglio; i forniti dalla metà di agosto alla fine di settembre. Quest´ultimi, sono adatti sia al consumo fresco sia nella produzione di fichi secchi e presentano una buccia giallo-verdastra con una polpa molto succosa e aromatica di color ambrato chiaro o rosa granato.

Fiorone
Una varietà di Ficus carica, tipica del nord Italia, che produce solo grossi fioroni dalla buccia di color verde chiaro, il cui periodo di maturazione è generalmente a luglio. La polpa è squisita e di color ambrato con sfumature rosate. A causa delle condizioni climatiche, i forniti che produce non giungono a maturazione.

Portoghese
Conosciuta anche come Lungo del Portogallo, è una varietà di fico comune, che produce grossi frutti dalla forma allungata, piriforme. Produce sia fioroni sia forniti, ma sono i fioroni, che maturano tra la fine di giugno e l’inizio di luglio, i più pregiati. La buccia bruno-violacea, assume a maturazione una colorazione quasi nera. La polpa, di color rosa vivo, è morbida, molle e mielosa.

Turca
Conosciuta anche come fico turco, è una varietà che produce sia fioroni sia forniti. I primi dalla buccia sottile di color nero-violaceo, maturano da metà a fine luglio ed hanno una polpa molto dolce e consistente di color rosa ambrato. I forniti, maturano dalla metà di agosto alla fine di settembre e presentano una buccia leggermente più chiara e una polpa rossastra.

Verdino
Varietà di Ficus carica, vigorosa e dal portamento aperto, produce sia fioroni (nei climi caldi), sia forniti. Quest´ultimi maturano ad inizio settembre con fichi piriformi dalla buccia molto sottile e di color verde brillante. La polpa è dolce, molto saporita e di color giallo-rosato. Sono adatti sia al consumo fresco sia per la produzione di fichi secchi.

Verdone
Conosciuta anche come Verdone Romano, è una varietà di fico che produce solo forniti, che iniziano a maturare da inizio settembre. Di media pezzatura, i frutti presentano una buccia sottile, che vira dal rosso vino al verde scuro, quando maturi. La polpa è poco succosa, di colore rosso e gli acheni sono mediamente grossi. Adatti sia al consumo fresco sia per la produzione di fichi secchi. Una varietà apprezzata soprattutto per l´elevata resistenza alla manipolazione e per il periodo tardivo della maturazione.

Per questo elenco si ringrazia i Vivai Gabbianelli di Castelleone di Suasa (Ancona)

Coltivazione

Pur sopportando abbastanza i climi freddi, il fico da il massimo di se  nelle zone a clima mite. Si pone a dimora a cavallo tra la fine inverno e l´inizio della primavera, in terreni sciolti e ben drenati, mentre non gradisce terreni compatti ed eccessivamente umidi.

Amante del caldo, non umido, gradisce il pieno sole e posizioni riparate in zone climatiche dove la temperatura scende sotto lo zero; resiste per brevi periodi a temperature fino a -10°C.

L´apparato radicale è molto sviluppato e potente, ed è specializzato nella ricerca dell´acqua; fattore da tenere molto in considerazione se piantato in prossimità di edifici o costruzioni, dato che, essendo molto invasivo, riesce a danneggiare tutto ciò incontra alla disperata ricerca di acqua.

Foto Gallery
Higo (Ficus carica)
Common fig, Ficus carica (Moraceae)
Ficus caricas
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Moraceae
Fiori:
Molto piccoli
Dimensioni:
Da 4 a 10 metri di altezza
Irrigazione:
Non gradisce terreni molto umidi
Concimazione:
Letame maturo a fine inverno
Foglie:
Molto grandi a 3 o 5 lobi
Esposizione:
Pieno sole
Temperature:
Sopporta fino a -10 °C
Terreno:
Sciolti e ben drenati
Potatura:
Eliminare i rami secchi dato che sopporta male i tagli
Curiosità:
L'espressione “foglia di ficoâ€? è una metafora ben nota e viene usata per mascherare una azione ben diversa da quella che si vuole far credere.
Schede Correlate

Prunus armeniaca

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, è un albero che può raggiungere i 7-8 metri di altezza e sviluppare una chioma di 4-5 metri di diametro, se lasciato crescere liberamente. […]

Cydonia oblonga

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, si sviluppa fino ai 5-7 metri in altezza, con una chioma di 4-5 metri di diametro. Albero molto rustico e dalle origini molto antiche, […]

Tayberry

 Descrizione Appartenente alla stessa famiglia di more e lamponi, il Tayberry è appunto un ibrido di esse, sviluppato presso lo Scottish Crop Research Institute, Invergowrie – Scozia, da Derek e […]