Rubus idaeus (Lamponi)

 Descrizione

Arbusto perenne, pollonifero, con lunghi tralci e dall´aspetto cespuglioso, appartiene alla famiglia delle Rosaceae. Oltre che coltivato, lo possiamo trovare allo stato selvatico, in qualsiasi clima specialmente nelle posizioni semi ombreggiate del sottobosco. I numerosi polloni, alti anche fino a 2,5 metri, in condizioni ideali, spuntano copiosi e possono essere più o meno spinosi a seconda delle varietà.

Le foglie, seghettate e ovali, sono di color verde chiaro sulla pagina superiore e più chiare in quella inferiore.

I fiori sbocciano in primavera con una notevole scalarità, sono bianchi con sfumature rosa; esistono anche varietà con fioritura estiva.

I frutti, i lamponi, hanno anch´essi una maturazione a scalare da luglio ad agosto e possono essere raccolti ogni 3-5 giorni e per 4-6 volte. La forma è tonda o allungata con colorazioni che vanno dal rosso chiaro, (quasi rosa), al rosso violaceo, secondo le varietà.

Il lampone contiene vitamina C, vitamina P, acido salicilico, acido ellagico e acido folico.

Principali varietà di Lamponi

Rubus idaeus ´Aureus´, dai frutti non particolarmente eccezionali, questa cultivar la si può considerare un lampone ornamentale, non tanto per i fiori, ma piuttosto per il bel fogliame color giallo limone.
Rubus idaeus ´Autumn Bliss´, come si evince dal nome è da considerarsi un lampone autunnale, dato che inizia a fruttificare sul finire dell´estate; i frutti sono di color rosso vivo e di buon sapore. Come per tutti i lamponi autunnali, anche questa cultivar va potata fino al livello del terreno al termine della produzione dei frutti.
Rubus idaeus ´Glen Ample´, cultivar senza spine, produce lamponi di grandi dimensioni e di color rosso-viola in luglio-agosto; oltre che consumati freschi, i lamponi ´Glen Ample´, sono ottimi per preparare marmellate, gelatine e crostate; l´altezza massima è di 1,5 metri.
Rubus idaeus ´Glen Doll´, presenta fusti brevi dal portamento cespuglioso e raramente è necessario l´impiego di sostegni o tutori; produce lamponi, da fine estate ad inizio autunno, di color rosso vivace, di buone dimensioni e molto aromatici.
Rubus idaeus ´Glen Prosen´, è un lampone con steli senza spine, di grandi dimensioni, che produce frutti dalla metà di luglio fino alla metà di agosto.
Rubus idaeus ´Heritage´, con una prima produzione di lamponi in giugno ed una successiva nel mese di settembre.
Rubus idaeus ´Joan J´, cultivar rifiorente e senza spine, produce lamponi dolci e succosi da luglio fino ad ottobre; raggiunge un´altezza massima 1,5 metri.
Rubus idaeus ´Malling Promise´, varietà di lamponi precoce, inizia a fruttificare all´inizio dell´estate, producendo lamponi rosso-rosati dall´aroma particolarmente fruttato.
Rubus idaeus ´Polka´, molto vigoroso e dal portamento compatto, raggiunge un altezza massima di 1,5-1,8 metri, producendo lamponi di grandi dimensioni in piena estate.
Rubus idaeus ´Tulameen´, dall´ottimo rendimento, produce grandi lamponi rosso-violacei, di ottimo sapore, da metà luglio fino alla metà di agosto.

Coltivazione dei Lamponi

Le piante di lampone vanno poste a dimora in pieno sole o in mezz´ombra, in terreni ricchi, soffici, freschi e ben drenati, preferibilmente poco calcarei.

Si pongono a dimora in autunno con un fondo arricchito con letame maturo e dopo l´impianto, sempre in autunno andranno fertilizzati con del concime organico o a lenta cessione.

Le piogge sono più che sufficienti per quel che riguarda il fabbisogno idrico e si dovrà intervenire con delle annaffiature di soccorso solo in caso di prolungata siccità; in modo particolare prima della raccolta.

Si dovrà inoltre provvedere con pali di sostegno sui quali tendere dei fili dato che i fusti eretti tendono ad incurvarsi con il peso dei frutti.

Si pota dopo la raccolta, cimando raso terra i rami che hanno fruttificato ed inoltre in inverno prima della fine di febbraio, si accorciano a circa 150-170 cm da terra i rami dell´anno.

Foto Gallery
Rubus idaeus - Framboisier
Hallon (Raspberry), Rubus idaeus
 
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rosaceae
Fiori:
Primaverili, bianchi con sfumature rosa
Dimensioni:
Da 1 a 2,5 metri
Irrigazione:
Solo in caso di prolungata siccità
Concimazione:
Letame maturo o concime a lenta cessione
Foglie:
Ovali e seghettate
Esposizione:
Pieno sole o mezz'ombra
Temperature:
Non teme il freddo
Terreno:
Ricco, soffice, fresco e ben drenato
Potatura:
Due volte l'anno
Curiosità:
Schede Correlate

Vaccinium corymbosum

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Ericaceae, il Vaccinium corymbosum deriva dal mirtillo che tutti conosciamo come un piccolo arbusto sempreverde, presente allo stato spontaneo in gran parte d´Italia, dove popola […]

Punica granatum

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Punicaceae, se lasciato crescere liberamente, il melograno è a sviluppo arbustivo, ma coltivandolo lo si riesce a fare crescere a forma di alberello. Di origini […]

Citrus maxima

 Descrizione Originario dell´Asia Meridionale, è un albero di 5-15 metri di altezza, con ramificazioni irregolari e rametti giovani leggermente tomentosi, talvolta provvisti di spine. Le foglie sono alterne, ovate, ovate-oblunghe […]