Ceratonia (Carrubo)

 Descrizione

Alberi dalla chioma globosa, larga e con foglie piccole, rotonde e sempreverdi. Fioritura primaverile con piccoli fiori rossi. Frutti commestibili simili a baccelli lunghi 30 cm marrone scuro da cui si estraggono numerose sostanze. Vive solo in clima mediterraneo caldo. Fiori maschili e femminili su piante separate. Unica specie appartenente a questo genere è Ceratonia siliqua.

Coltivazione

Il carrubo si adatta a tutti i terreni, anche poveri e sassosi, ma assolutamente rifugge il freddo dell’inverno, quindi difficilmente si riesce a coltivare in pianura padana, se non in posizioni molto riparate. Resiste alla siccità e può diventare pianta ornamentale particolarmente decorativa se coltivata mantenendone la forma tipica.

Foto Gallery
Ceratonia siliqua 04
També aixó
El algarrobo, la Ceratonia siliqua
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Caesalpiniaceae
Fiori:
Piccoli fiori rossi. Maschili e femminili su piante separate.
Dimensioni:
Fino a 7-8 mt di altezza gli esemplari più vetusti
Irrigazione:
Non necessaria
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Piccole, rotonde e sempreverdi
Esposizione:
Sole
Temperature:
Teme i forti geli, non esporre sotto i -5 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Non necessaria, esclusivamente per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:
I bacelli sono eduli e utilizzati in cucina o erboristeria
Schede Correlate

Lagerstroemia

 Descrizione Un genere composto da una cinquantina di specie appartenenti alla famiglia delle Lythraceae, sono piante originarie del sud-est asiatico e del nord dell´Australia. La più conosciuta e diffusa è […]

Cercidiphyllum

 Descrizione Si tratta di una delle più belle piante ornamentali per la prerogativa quasi unica nel virare colore del fogliame autunnale passando dal verde a tutte le tonalità del giallo, […]

Acer palmatum

 Descrizione Come si evince dal nome comune, l´Acer palmatum è un albero originario del Giappone, ma anche della Cina centrale. Appartenente alla famiglia delle Sapindaceae, un esemplare adulto può arrivare […]