Laburnum (Maggiociondolo)

 Descrizione

Generalmente ritroviamo i maggiociondoli sotto forma di grossi arbusti, ma non mancano gli alberelli allevati per poterci sostare sotto senza problemi. Sono piante tipiche dell’ambiente collinare e montano, ma si adattano anche ai giardini di pianura, soprattutto gli ibridi e le cultivar selezionate per la lunga e bella fioritura gialla.

Ecco quindi una caratteristica che accomuna i Laburnum: i fiori, sono quelli tipici delle leguminose, ovvero papilionacei (5 petali disuguali, uno grande eretto, due laterali le ali e due inferiori detti carena), riuniti in racemi penduli a formare una pioggia cadente giallo oro in maggio. Foglie color verde tenero, sono trifogliate.

Tutto l’albero è velenoso e tutte le sue parti sono molto pericolose, in particolare i semi.

 Specie e varietà di Maggiociondolo

Laburnum alpinum, dalle foglie lucide e dalla chioma tondeggiante, è originario dell´Europa centrale e meridionale, Italia compresa.
Laburnum anagyroides (foto), con foglie lievemente tomentose di color verde scuro, fiorisce verso maggio, con fiori riuniti in racemi; il portamento è espanso.
Laburnum × watereri ´Vossi´, è un ibrido derivante dalle due specie sopra descritte e racchiude in se le caratteristiche di entrambi, con la particolarità di avere una fioritura più continuativa e racemi portanti i fiori, leggermente più lunghi.

Coltivazione

Praticamente vegeta su tutti i terreni ma i risultati migliori si ottengono in climi freschi (anche molto freddi d’inverno (-25-30 °C), con una buona esposizione soleggiata. Sopporta bene la carenza d’acqua ma sarà utile provvedere in caso di prolungata siccità.

Tutti i Maggiociondoli sono facilmente allevabili nelle più disparate forme: alberetto, a spalliera, a pergola, ecc…Infatti nei giardini anglosassoni lo si ritrova spesso a formare veri e propri tunnel alla stregua dei più comuni glicini. In alcune vallate alpine è propiziatorio di fertilità e denaro, far passare le coppie di sposi sotto un arco di maggiociondolo durante le nozze primaverili.

Foto Gallery
Laburnum alpinum
Laburnum alpinum
Gemeiner Goldregen (Laburnum anagyroides)
Laburnum anagyroides
20110611_VanDusen_LaburnumWalk_Cutler_P1130298
Laburnum × watereri ‘Vossi’
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Papilionaceae
Fiori:
Bellissime infiorescenze allungate nelle sfumature del giallo
Dimensioni:
Fino a 5-6 mt di altezza gli esemplari più vetusti
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Color verde tenero, trifogliate
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -25 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:
Tutta la pianta è velenosa
Schede Correlate

Parrotia

 Descrizione Genere di alberi appartenenti alla famiglia delle Hamamelidaceae, in commercio è reperibile una sola specie, la Parrotia persica; un alberello con bellissime foglie ondulate che in autunno diventano arancio […]

Acacia dealbata

 Descrizione Nota per i suoi fiori, simbolo della festa della donna, la Acacia dealbata è senza dubbio tra le più famose acacie, soprattutto grazie al suo nome comune, cioè Mimosa. […]

Quercus

 Descrizione Le querce sono tra gli alberi più maestosi, quindi non sono poche le specie che desiderano spazi abbondanti intorno a se. Cosa che invece e troppo spesso non viene […]