Liquidambar

 Descrizione

Originari del Nord America, questo genere di alberi è tra i più apprezzati per formare macchie boscose in grandi giardini o parchi. La crescita lenta però lo fa scegliere anche per piccoli giardini, magari un solo esemplare, da contenere con la potatura.

Tipico del genere è il fogliame a cinque lobi, verde brillante nella bella stagione, cangianti, veramente ornamentali anche per la particolarità di virare d’autunno nelle sfumature del rosso e arancio. In questa stagione sono sicuramente tra gli alberi con il fogliame più interessante.

La corteccia è suberosa, i frutti sono sferici e penduli, appesi a lunghi piccioli. Raggiunge i 12-15 mt di altezza.

  Specie e varietà  di Liquidambar

Liquidambar acalycina, dal portamento piramidale, con foglie lobate, che ricordano quelle di alcuni aceri; sono di color bronzo-viola e virano verso il giallo nel periodo autunnale.
Liquidambar formosana, con corteccia fessurata di color grigio-nero e foglie profondamente lobate, molto brillanti e ornamentali in autunno.
Ricordiamo anche le molte varietà di Liquidambar styraciflua, conosciuto anche con il nome comune di storace americano.
Liquidambar styraciflua ´Rotundiloba´, con foglie verde lucido a 5 lobi, dei quali 3 molto evidenti, con le estremità molto arrotondate; virano verso il rosso porpora in autunno.
Liquidambar styraciflua ´Moraine´, dalla forma piramidale da giovane che tende ad ovalizzarsi da adulta, presenta foglie di color scarlatto prima della caduta.
Liquidambar styraciflua ´Slender Silhouette´, presenta un portamento slanciato che ben si adatta in giardini non molto spaziosi; le foglie sono fortemente lobate, lucide e di color verde intenso; diventano color bordeaux prima di cadere.
Liquidambar styraciflua ´Worplesdon´, di crescita lenta, presenta anch´esso foglie lobate, quasi stellate, di color verde brillante che virano verso il porpora brillante e che poi sfumano di arancione e giallo in autunno; non adatto ai piccoli giardini, da adulto può raggiungere i 20-25 metri di altezza.

Coltivazione

I Liquidambar da soli o in compagnia sono sempre affascinanti e nei vivai sono coltivati sia nelle forme ad albero sia a grande arbusto. Preferire quelli coltivati in grandi vasi, anche se gli esemplari più vetusti sono venduti “in zolla”. A questi dovremo dedicare più attenzione alla stabilità, almeno nei primi anni d’impianto.

Amano l’acqua e sarebbe bene non mancasse mai nel periodo estivo. Vogliono una buona esposizione al sole ma in terreni calcarei non riescono bene. Concimare almeno due volte all’anno con buoni apporti di humus e compost.

Foto Gallery
Kentucky 200 274 Liquidambar acalycina ´Burgundy Flush´
Liquidambar acalycina ´Burgundy Flush´
Liquidambar formosana
Liquidambar formosana
Liquidambar styraciflua ´Rotundiloba´
Liquidambar styraciflua ´Rotundiloba´
IMGP1618
Liquidambar styraciflua ´Slender Silhouette´
Liquidambar ´Worplesdon´
Liquidambar styraciflua ´Worplesdon´
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Altingiaceae
Fiori:
Dimensioni:
Fino a 30-40 mt di altezza gli esemplari di Liquidambar styraciflua
Irrigazione:
Non necessaria, ma evitare periodi siccitosi troppo prolungati
Concimazione:
In primavera con concime organico per piante giovani
Foglie:
A cinque lobi, verde brillante nella bella stagione che vira a magnifiche colorazioni rosse e gialle in autunno
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -25 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:

 

Schede Correlate

Cercis

 Descrizione Piccoli alberelli alto fino a 7-9 mt con un diametro nella chioma di 6 mt. La fioritura è inconfondibile per il periodo molto precoce in cui avviene (inizio primavera) […]

Pyrus

I peri da fiore sono un trionfo di fiori bianchi in aprile-maggio. I fiori riuniti in corimbi, ricoprono letteralmente tutti i rami e precedono l’emissione di frutticini verde scuro e […]

Platanus

Uno degli alberi più diffusi in città per la sua resistenza all’inquinamento. Le grandi dimensioni, la chioma a cupola, i grandi rami, rendono l’aspetto dei Platanus, più vetusti, maestoso e […]