Paulownia

 Descrizione

Genere di alberi originari della Cina, appartengono alla famiglia delle Scrophulariaceae e sono caratterizzati da un portamento maestoso con altezze fino a 15 metri. L’unica specie reperibile nei vivai è la Paulownia tomentosa. Si tratta di un bel albero dalle grandi foglie cuoriformi, caduche, larghe anche 50 cm. L’altezza può raggiungere facilmente i 10 m di altezza, conservando un portamento ampio e arrotondato. Tra tutti gli alberi da giardino è quello con la crescita più veloce che non deve soffocare la crescita di essenze più lente. Quindi è meglio piantarlo isolato.

I fiori blu violaceo sono riuniti in pannocchie a maggio prima dell’emissione delle foglie. Il legno di Paulownia viene impiegato da secoli, per realizzare i geta, i famosi sandali tradizionali giapponesi. Grazie alla rapida crescita e alle grandi foglie, gli alberi di Paulownia, in alcune parti del mondo, vengono impiantati in vaste aeree, per combattere l´inquinamento sia atmosferico sia idrico. Un esemplare adulto, oltre a produrre 5-6 kg di ossigeno al giorno, assorbe notevoli quantità sia di anidride carbonica sia di sostanze inquinanti presenti nell´acqua.

Altre specie di Paulownia

Tra le altre specie, appartenenti a questo genere, ma di più difficile reperimento nei vivai, ricordiamo anche:
Paulownia Catalpifolia, dal portamento eretto e foglie ovate-cordate, acuminate all´apice e con margine intero o leggermente ondulato.
Paulownia elongata, largamente impiegata come albero da riforestazione in Cina e nord America, grazie alla straordinaria velocità di crescita, soprattutto nel primo anno di vita, in media un centimetro al giorno.
Paulownia fortunei, con grandi foglie tomentose e fiori di 8-10 cm, profumati e di color viola pallido all´esterno e bianco crema con macchie color porpora all´interno.
Paulownia kawakamii, originaria di Taiwan e della Cina meridionale, presenta grandi foglie cuoriformi e fiori lunghi 3-5 cm color lilla pallido, riuniti in pannocchie.

Coltivazione

Pianta abbastanza rustica ama il sole ma non sopporta temperature invernali inferiori a -10 °C. Quindi in pianura padana piantare in posizione un po’ riparata dai venti freddi del nord. Evitare i terreni troppo umidi e in caso di nevicate pesanti verificare e tagliare a fine inverno i rami danneggiati.

 

Paulownia tomentosa

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Paulowniaceae
Fiori:
Blu violaceo, riuniti in pannocchie a maggio prima dell’emissione delle foglie
Dimensioni:
Fino a 15-16 mt di altezza gli esemplari più vetusti
Irrigazione:
Non necessaria, ma evitare periodi siccitosi troppo prolungati
Concimazione:
In primavera con concime organico per piante giovani
Foglie:
Cuoriformi, caduche, larghe anche 50 cm
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Non necessaria, esclusivamente per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:
Un esemplare adulto di Paulownia, produce 5-6 kg di ossigeno al giorno
Schede Correlate

Castanea

 Descrizione Quasi impossibile non riconoscere un castagno da altre Fagacee. Spesso si presenta con la sua chioma ampia e arrotondata. La foglia è caduca, grande, dentata, verde scuro. E’ coltivato […]

Laburnum

 Descrizione Generalmente ritroviamo i maggiociondoli sotto forma di grossi arbusti, ma non mancano gli alberelli allevati per poterci sostare sotto senza problemi. Sono piante tipiche dell’ambiente collinare e montano, ma […]

Ulmus

 Descrizione Gli olmi, sono alberi che formavano con le querce le più ampie foreste antiche del vecchio continente, ma purtroppo, una malattia letale ne ha falcidiato la popolazione. Si tratta […]