Quercus (Quercia)

 Descrizione

Le querce sono tra gli alberi più maestosi, quindi non sono poche le specie che desiderano spazi abbondanti intorno a se. Cosa che invece e troppo spesso non viene garantita, così da ritrovare dopo una manciata di anni alcune branche che arrivano ad ingombrare tetti, grondaie, fili del telefono, ecc…Come per tutti i grandi alberi è bene prevedere tutto ciò, vista anche la proverbiale longevità delle querce, anche 400-500 e più anni.

Sono comunque un gruppo vastissimo e molte hanno un aspetto particolarmente decorativo, l’ideale, per grandi giardini e parchi. Nel genere sono comprese specie sempreverdi e caduche. Quasi tutte hanno foglie ovali e allungate, lobate (5-7 lobi) e spesso frastagliate. Forma e portamento sono quasi sempre con chioma molto larga, globosa, più o meno allungata, talvolta fastigiate.

Producono ghiande di varie forme e dimensioni a seconda della specie.

Specie di Quercia

Quercus cerris (cerro), specie rustica e vigorosa, presenta una chioma ovoidale che tende a diventare espansa con l´età; le foglie sono lobate, oblunghe e lievemente ruvide.
Quercus ilex (leccio), sempreverde con foglie ovato-lanceolate, lucide e di color verde scuro sulla pagina superiore, sono più chiare in quella inferiore; la chioma è tondeggiante è può raggiungere anche i 15 metri di diametro negli esemplari più grandi.
Quercus petraea (rovere), con altezze fino a 30-40 metri e chioma espansa di 10-20 metri di diametro, presenta foglie profondamente lobate con margini arrotondati. Il legno che se ricava è molto pregiato ed è largamente utilizzato per realizzare botti di invecchiamento per liquori e vini pregiati.
Quercus pubescens (roverella), affine al rovere, si differenzia per le dimensioni inferiori, dato che l´altezza massima è di 12-15 metri e il diametro della chioma è di 5-10; inoltre le foglie e le gemme presentano una leggera peluria, identificabile al tatto.
Quercus robur (farnia), specie tipo di questo genere, molto lenta nella crescita, ma molto longeva, presenta una chioma espansa e tondeggiante, con foglie obovate-oblunghe e dalle estremità arrotondate. Può raggiungere i 20-25 metri di altezza e chioma di 15-30 metri; pur essendo molto rustica, la sua lenta crescita ne limita il suo impiego in campo ornamentale.
Quercus rubra (quercia rossa-foto), originaria del nord America, raggiunge i 25-30 metri di altezza, con chioma ampia ed espansa di 20-25 metri; le foglie, decidue, prima di cadere virano verso il color rosso scrlatto.
Quercus suber, la famosa quercia da sughero, dalla quale si ricava l´omonimo materiale, è un albero che raggiunge i 10-12 metri di altezza con chioma irregolare e rada di 6-8 metri. Le foglie sono ovato-lanceolate, coriacee e di color verde scuro sulla pagina superiore, più chiare, quasi bianche, in quella inferiore.

Coltivazione

In natura formano spesso boschi e macchie di grandi dimensioni, anzi le querce erano in un passato non troppo lontano gli alberi che caratterizzavano le vastissime foreste planiziali della Pianura Padana e di tutta l’Europa. Di queste antiche formazioni ne rimangono pochi lembi sparsi generalmente lungo i grandi fiumi e nei versanti collinari meno coltivati.

Sono piante facilmente adattabili, sia ai terreni profondi e ricchi (dove crescono più velocemente) sia a quelli più argillosi della collina. Possono sopravvivere anche per lunghi periodi di siccità, ma ovviamente in questi casi alcuni apporti di acqua sono sempre ben accetti.

I patogeni che attaccano le querce sono molti ma la rusticità si rivela anche in questi casi e le piante sopportano con pazienza l’invasione di insetti e funghi attendendo tempi migliori.

Foto Gallery
MM1: Quercus cerris, Cerro, Cerris, Cer (photo by Giulio Z.)
Quercus cerris
 
MMM2: Quercus petraea
Quercus petraea
Quercus pubescens (Downy Oak) - 1 - young tree
Quercus pubescens
English Oak (Quercus robur), Elgood´s Brewery Garden, Wisbech.
Quercus robur
Roble rojo - Quercus Rubra 0009 - Spain - Barcelona - Sant Cugat del Valles - Pje Antoni Gaudi - Biblioteca
Quercus Rubra
 
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Fagaceae
Fiori:
Dimensioni:
Fino a 30-40 mt di altezza gli esemplari più vetusti
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
In primavera con concime organico per piante giovani
Foglie:
Ovali e allungate, lobate (5-7 lobi) e spesso frastagliate
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -25 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Schede Correlate

Laburnum

 Descrizione Generalmente ritroviamo i maggiociondoli sotto forma di grossi arbusti, ma non mancano gli alberelli allevati per poterci sostare sotto senza problemi. Sono piante tipiche dell’ambiente collinare e montano, ma […]

Carpinus

 Descrizione Dal genere Carpinus, sono state ricavate numerose varietà e cultivar dall’aspetto decisamente compatto e allungato, fino ad arrivare a forme colonnari fastigiate molto decorative e adatte a formare viali. […]

Prunus Ukon

 Descrizione Prunus ‘Ukon’ (P. serrulata f. grandiflora WAGNER) (P. serrulata f. luteovirens MIYOSHI) appartiene alla folta schiera dei ciliegi giapponesi di origine orticola e, fra tutti, si distingue per la […]