Salix (Salice)

 Descrizione

Sono tantissime le specie e varietà di salici al mondo. Quasi tutte amano la vicinanza dei corsi d’acqua o comunque la loro presenza. In genere hanno forma flessuosa e globosa, formata da lunghi rami sottili che a seconda della specie variano dal grigio verde al giallo dorato, rosso, nero.

In alcune specie la forma è addirittura piangente come in Salix babylonica, oppure particolarmente contorta in Salix matsudana ´Tortuosa´ o Salix babylonica ´Tortuosa´ (foto sopra).

Le foglie sono generalmente lanceolate, grigio verdi e argentee nella pagina inferiore. I salici producono degli amenti maschili giallo verdi in marzo-aprile. In talune specie possono essere molto estetici, rigonfi come piumini dorati e argentati, a ricoprire i rami prima delle foglie.

Altre specie di Salice

Salix alba (salice bianco), con foglie lanceolate e finemente dentate ai margini.
Salix caprea, anch´esso con foglie lanceolate di color verde chiaro sulla pagina superiore e biancastre su quella inferiore.
Salix eleagnos, con foglie lanceolate color grigio-verde, portate da rami sottili.
Salix purpurea, conosciuto anche come salice rosso, in merito al colore rosso-porpora dei giovani rami.
Salix triandra, con foglie finemente dentate ai margini di color verde scuro sulla pagina superiore e glauco in quella inferiore; la liscia corteccia grigio-marrone, si sfalda con il tempo, lasciando particolari intravedere “chiazze” di color arancio-marrone.
Salix viminalis, che, come si può intuire dal nome, viene impiegato per la produzione di oggetti in vimini.

Coltivazione

Amano decisamente la presenza  dell’acqua dove crescono rapidamente. Molte specie raggiungono dimensioni ragguardevoli, altre (poche) rimangono basse e compatte. Le prime si utilizzano generalmente in esemplari isolati, le seconde stanno bene anche in gruppi folti a formare macchie siepi o boschetti. Le specie più vigorose e rapide nella crescita trovano impiego soprattutto nell’ingegneria  naturalistica, per ripristini ambientali: cave, sponde fluviali, frane, ecc…

Tutti i salici sopportano bene le potature anche vigorose. In passato era un pratica agricola diffusa la capitozzatura annuale, che forniva ramaglie per la costruzione di ceste, recinti per bestiame, scope, e legacci per i tralci di vite.

Foto Gallery
Salix babylonica ´Pendula´ (Peking Willow, Babylon Willow, Weeping Willow)
Salix babylonica ´Pendula´
Willow in the Snow
Salix tortuosa innevata
Salzes (Salix alba)
Salix alba
VVV1: Salix eleagnos, Salice ripaiolo
Salix eleagnos
Salix purpurea Nana, Ива пурпурнаÑ? Ð?ана
Giovani rami rossastri di Salix purpurea
Weeping Willow, Salix triandra
Salix triandra
Weide: Korb-Weide 1306200902
Salix viminalis
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Salicaceae
Fiori:
Amenti maschili giallo verdi in marzo-aprile
Dimensioni:
Fino a 10-12 mt di altezza gli esemplari più vetusti
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
In primavera con concime organico per piante giovani
Foglie:
Lanceolate ,grigio verdi e argentee nella pagina inferiore
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -25 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:
Schede Correlate

Acer campestre

 Descrizione Conosciuto anche con il nome di acero oppio, loppio, chioppo, testuccio, è originario dell’Europa (compresa la Gran Bretagna) e del Caucaso: spontaneo in tutta Italia (tranne in alta montagna […]

Liriodendron

 Descrizione Genere di grandi alberi appartenenti alla famiglia della Magnoliaceae, sono inconfondibili per le foglie lobate a forma di lira (l’antico strumento greco-romano), con quattro lobi troncati all’apice, verde brillante, […]

Cinnamomum

 Descrizione Genere di oltre 300 specie di alberi sempreverdi e aromatici, originari delle zone tropicali e subtropicali del pianeta, è reperibile nei vivai italiani del sud con una sola specie, […]