Chimonanthus praecox (Calicanto d´inverno)

 Descrizione

Conosciuto in italiano come “calicanto d’inverno”, introdotto in coltivazione nel 1766, è un grande arbusto spogliante, alto fino a 4 metri e con portamento allargato, caratterizzato dalla precoce, abbondante, e profumatissima fioritura.

Spesso i rotondi bottoncini  si aprono già in dicembre/gennaio sui rami nudi, e, pur essendo poco appariscenti nel loro colore giallo pallido con cuore porpora (dimensioni: circa 2,5 cm) sono tuttavia gradevoli per l’aspetto ceroso e insolito: nelle giornate più tiepide l’inconfondibile profumo si sente a molti metri di distanza; ottimi anche come fiori recisi, seppure di breve durata.

Le foglie, che conferiscono alla pianta una certa solidità e plasticità,  sono lanceolate, opposte, ruvide sulla pagina superiore, lunghe circa 20 cm e di color verde medio: se stropicciate emanano un tipico aroma.

Il nome deriva dal greco chimón = inverno e ánthos =fiore.

 Coltivazione

Cresce facilmente in ogni terreno ben drenato, anche calcareo, in pieno sole; in zone ventose meglio scegliere una posizione riparata, poiché il fogliame giovane è facilmente danneggiato, “frustato” dalle raffiche.

Generalmente rustico fino a -20 °C, non ha bisogno di molte innaffiature, salvo all’impianto e durante periodi particolarmente caldi e siccitosi.

Meglio se lasciato crescere liberamente, può tuttavia trarre giovamento da potature di ringiovanimento, da effettuarsi subito dopo la fioritura.

 Varietà

Chimonanthus praecox ‘Grandiflorus’: varietà caratterizzata da fiori grandi (circa 4,5 cm) giallo intenso con i petali interni abbondantemente picchiettati di rosso.
Chimonanthus praecox ‘Luteus’(sin. ‘Concolor’): fiori giallo-chiaro leggermente più grandi  e più tardivi rispetto alla specie; petali interni gialli.
Chimonanthus praecox ‘Parviflorus’: presenta fiori piccoli color giallo pallido, lunghi circa 1 cm.

 Foto Gallery

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Calycanthaceae
Fiori:
Dimensioni:
Irrigazione:
Concimazione:
Foglie:
Esposizione:
Temperature:
Terreno:
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Caryopteris

 Descrizione Dal punto di vista ornamentale l’unico rappresentante valido di questo genere è un incrocio tra due specie del medesimo genere che hanno dato vita a Caryopteris x clandonensis. Da […]

Chaenomeles

 Descrizione I Chaenomeles, chiamati anche Cydonia, sono facilmente riconoscibili per i fiori precocissimi, di solito prima delle foglie, rossi, rosa o bianchi a forma di coppa. In certe annate sono […]

Abelia x grandiflora

 Descrizione Ibrido rustico, dal portamento espanso, presenta rami (rossastri) leggermente ricadenti, foglie ovate, leggermente appuntite di color verde brillante. Fiorisce da giugno ad ottobre con una moltitudine di piccoli fiori […]