Myrtus (Mirto)

 Descrizione

Arbusti di origine mediterranea, sempreverdi dal portamento spesso compatto, fitto, arrotondato. Le foglie sono allungate da ovali a lanceolate, aculeate, profumate, verde scuro, lucide e un po’ coriacee. In alcune varietà sono anche variegate di giallo.

I fiori, bianchi e profumati, sono piccoli e prodotti in quantità in aprile-giugno. L’altezza è al massimo di 250 cm per 200 di larghezza.

Principali specie e varietà di Mirto

Myrtus communis (foto), sempreverde, con foglie lanceolate, fortemente aromatiche se “stropicciate”, presenta una fioritura di soffici fiori bianchi a luglio-agosto.
Myrtus communis ´Compacta´, varietà  nana, con fiori e foglie che possono essere usate per aromatizzare il cibo, possiedono un aroma molto marcato e quindi vanno usate con moderazione. Tipico l´uso per aromatizzare la carne di agnello.
Myrtus communis ´Variegata´, simile alla specie tipo presenta foglie variegate color crema.
Myrtus communis subsp. tarentina, con lucide foglie di color verde scuro e fiori crema-rosa ai quali seguono bacche autunnali bianche. Più compatto e arrotondato della specie tipo, necessita una posizione in pieno sole, che sia riparata durante l´inverno.

Coltivazione Mirto

Essendo una pianta molto legata al suo ambiente di origine, ovvero la macchia mediterranea, preferisce senz’altro i luoghi molto ben esposti al sole, anche se possono vegetare bene all’ombra ma con fioriture più limitate.

Amano i terreni ben drenati, e al nord possono essere coltivati solo contro un muro rivolto a sud dove le temperature invernali non scendano sotto lo zero. Per mantenere una forma regolare è bene effettuare spesso una cimatura della pianta senza scendere troppo sull’asse dei rami.

Foto Gallery
Myrtus communis (Myrtaceae)
Myrtus ‘Red Dragon’ hedge
 
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Myrtaceae
Fiori:
Sono piccoli, bianchi e profumati
Dimensioni:
Raggiunge facilmente i 2 mt di altezza
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Sono allungate, da ovali a lanceolate, aculeate e profumate
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Evitare il freddo eccessivo, d'inverno non scendere sotto gli 0 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati, o per mantenere la forma
Curiosità:
E' utilizzato nel settore erboristico
Schede Correlate

Chimonanthus praecox

 Descrizione Conosciuto in italiano come “calicanto d’inverno”, introdotto in coltivazione nel 1766, è un grande arbusto spogliante, alto fino a 4 metri e con portamento allargato, caratterizzato dalla precoce, abbondante, […]

Clerodendrum

 Descrizione L’unico rappresentante del genere che interessa il mondo del giardino è il Clerodendrum trichotomum (foto), arbusto deciduo dalla forma espansa o allungata, dalle foglie ovali e ampie; ma l’aspetto […]

Hippophae

 Descrizione La specie più utilizzata di questo arbusto spinoso e non privo di attrattiva è l’Hippophae rhamnoides (foto), ovvero l’olivello spinoso. E’ facilmente riconoscibile per il portamento eretto (ma se […]