Nandina

 Descrizione

Piante sempreverdi estremamente eleganti ampiamente utilizzati in molti giardini anche oltre l’oculato utilizzo che dovrebbero avere simili piante dal portamento così “personale”. Ricordano vagamente i bambù di cui però non sono nemmeno lontani parenti. Da fusti sottili e allungati partono numerose foglie pennate composte da 3-5 foglioline ellittiche o lanceolate verde brillante che in autunno assumono magnifiche colorazioni sulle tonalità del rosso.

I fiori sono prodotti d’estate, piccoli e stellati, riuniti in pannocchie. Da questi si formano bacche rosse che durano a lungo sulla pianta, anche fino alla primavera successiva. Essenzialmente l’unica specie utilizzata è la Nandina domestica, che può arrivare a 170-200 cm di altezza; vi è poi la Nandina domestica ´Fire Power´, una varietà nana o comunque a portamento molto più compatto e che raggiunge al massimo i 50 cm di altezza.

Altre varietà 

Nandina domestica ´Gulf Stream´, dal fogliame arancione che vira in scarlatto nei mesi più freddi dell´anno.
Nandina domestica ´Nana´, riclassificata dai botanici come Nandina domestica ´Pygmaea´, non più alta di 30 cm, con foglie che virano dal verde al rosso intenso, passando per le varie sfumature di giallo e arancione con il succedersi delle stagioni.

Coltivazione

Arbusti di facile coltura, richiedono solo terreno fertile e ben drenato, al sole e al riparo dai venti più impetuosi. Di solito si formano gruppi o macchie anche ampie, soprattutto con la varietà ´Fire Power´. Quest’ultima è l’ideale per tappezzare in aiuole di aceri giapponesi o Cornus florida. La Nandina domestica può essere utilizzata come pianta singola per esaltarne le sue forme eleganti.

Ogni due o tre anni o quando la pianta risulta  disordinata, si può potare recidendo alla base i rami più vecchi. Concimare regolarmente ogni autunno e primavera con fertilizzante a lenta cessione. Irrigare con frequenza durante l’estate ma senza creare ristagni.

Foto Gallery
Nandina Flower
Nandina berries
Nandina
Caratteristiche in breve
Famiglia:
Berberidaceae
Fiori:
Piccoli e stellati, riuniti in pannocchie
Dimensioni:
Da 50-60 cm delle varietà nane fino a 2 mt
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Ellittiche, verdi brillanti, che in autunno assumono magnifiche colorazioni sulle tonalità del rosso
Esposizione:
Sole o mezz'ombra, al riparo dai freddi venti del Nord
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati
Curiosità:
Schede Correlate

Aralia

 Descrizione Le Aralia, si riconoscono facilmente dagli altri arbusti per le enormi foglie composte verde scuro, lunghe anche più di 1 metro che virano in calde tonalità in autunno. In […]

Syringa meyeri ‘Palibin’

 Descrizione Aggraziata e generosa varietà di Syringa meyeri (Lillà nano della Corea), di origini sconosciute (ma certamente già coltivata prima del 1920), nota anche con i nomi di S. palibiniana […]

Syringa x laciniata

 Descrizione Ibrido tra Syringa protolaciniata e Syringa vulgaris, è un delizioso arbusto spogliante di taglia media (alto e largo intorno ai 2 metri) e, per il portamento aggraziato e l’abbondante e profumatissima fioritura […]