Spiraea (Spirea)

Vasto genere di arbusti caduchi che comprende specie a portamento eretto, globoso o espanso, tutti abbastanza compatti e molto conosciuti per le fioriture ma anche per il fogliame decorativo con tonalità gialle più o meno intense. Le foglie sono in genere piccole e ovali o lanceolate, lievemente dentate.

I fiori sono minuti, riuniti in dense infiorescenze o ombrelle, portati all’apice di rami flessuosi (fioriture estive), altri appaiono lungo tutto l’asse dei rami (fioriture primaverili). I colori vanno dal bianco puro al rosa chiaro e al rosa cremisi intenso. L’altezza massima è delle varietà di Spiraea arguta (foto), ma mai oltre i 2,5 metri; mentre la più bassa è di Spiraea japonica ´Little Princess´, cioè 45-50 cm.

Altre specie e varietà di Spirea

Spiraea japonica ´Goldflame´, con fiori rosa-porpora, ma coltivata soprattutto per il fogliame che al cambiare delle stagioni passa dal rosso vivo al verde pallido passando per le varie sfumature di giallo e arancione.
Spiraea prunifolia, dai rami sottili e prostrati e piccoli fiori bianchi riuniti in corimbi.
Spiraea thunbergii, un arbusto deciduo molto popolare, caratterizzato dalla spettacolare fioritura primaverile con piccoli fiori bianchi riuniti in corimbi.
Spiraea x vanhouttei, con fiori bianchi riuniti in ombrelle e foglie di color verde-bluastro con sfumature rossastre autunnali.

Coltivazione Spirea

Sono tra gli arbusti più adattabili, capaci di vegetare sia in pieno sole sia nella mezz’ombra, in terreni fertili ma anche poveri. Ovviamente la crescita in condizioni limite sarà più lenta e con meno produzione di fiori ma, tutto sommato, capaci ancora di dare soddisfazioni. L’importante è evitare i ristagni di acqua. Per mantenere una forma regolare e compatta delle spiree a fioritura estiva o tardo primaverile è meglio potarle drasticamente a fine inverno, anche fino a 10-15 cm da terra. Le spiree a fioritura primaverile precoce invece è bene potarle dopo la fioritura.

Fertilizzare in primavera con concime minerale completo a lenta cessione o organico, tipo letame in polvere. Irrigare con moderazione in primavera e più abbondantemente d’estate o nei periodi siccitosi. Le spiree sono ottime per formare macchie vaste e compatte della stessa specie, oppure siepi miste con altri arbusti da fiore. Le varietà nane sono ottime anche per la coltivazione in vaso nonché per l’impiego in giardini rocciosi.

Foto Gallery
Spiraea flower

spiraea 001

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rosaceae
Fiori:
Riuniti in dense infiorescenze o ombrelle, portati all’apice di rami flessuosi o lungo tutto l’asse dei rami (fioriture primaverili)
Dimensioni:
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Piccole e ovali o lanceolate, lievemente dentate
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
A fine inverno per stimolare la nuova fioritura (nelle varietà estive) e per eliminare i rami rotti dalla neve. Al termine della fioritura per le var
Curiosità:

 

Schede Correlate

Physocarpus

Arbusti dal portamento eretto e abbastanza compatto, che da maturi possono diventare globosi. Le foglie sono simili a quelle del ribes: caduche, ovali, trilobate. In Physocarpus opolifolius ´Diabolo´, le foglie […]

Cytisus

 Descrizione Le ginestre da fiore hanno forma e portamento inconfondibili. La forma è generalmente globosa o espansa, anche se raramente si riesce a mantenerla perché le piante adulte di Cytisus, […]

Euryops pectinatus

 Descrizione Vigoroso arbusto sempreverde, Euryops pectinatus è una pianta della famiglia delle Asteraceae originaria del Sud Africa. Il nome del genere, deriva dal greco ´eurys´ (grande) e ´ops´ (occhio), in […]