Agastache

Descrizione

Genere che comprende specie caduche aromatiche e ornamentali, poco conosciute ma meritevoli di più attenzione. In genere hanno portamento eretto e cespitoso. Le foglie sono lanceolate, dentate, lievemente tomentose, verde scuro o verde chiaro, perfino gialle, a seconda della varietà. Emanano un piacevole profumo di menta, in alcune varietà con sfumature più speziate, addirittura “pungenti”.

I fiori sono piccoli, labiati, riuniti in spighe più o meno allungate, in vari colori: blu, violetto, rosa, rosso, bianco. Sbocciano a fine primavera e in alcune varietà anche per tutta l’estate, inizio autunno.

L’altezza non supera i 100-120 cm.

 Principali specie di Agastache

Agastache aurantiaca, con foglie aromatiche verde-argento, molto generosa nella fioritura, da giugno a settembre con fiori color arancione vivo.
Agastache cana, con foglie aromatiche, dal sentore di cannella e steli lunghi circa 1 metro con fiori dal rosa scuro al porpora. Fiorisce dalla fine dell´estate fino a metà  autunno.
Agastache foeniculum (foto), con foglie aromatiche, che possono venire utilizzate in cucina per dare un morbido profumo di anice ai piatti. I fiori viola, sono molto apprezzati dalle api e ne consegue un miele molto profumato.
Agastache mexicana, anch´essa con foglie aromatiche, che se stropicciate hanno un sentore di limone, raggiunge un´altezza di 100-120 cm e presenta fiori rosa scuro con brattee di colore più chiaro.
Agastache nepetoides, con foglie ovali, opposte e dentate e fiori bianco-giallastri.
Agastache pallidiflora, con foglie da ovali a triangolari di color verde opaco, con fiori dal bianco al porpora secondo le varietà . L´altezza massima varia dai 30 ai 100 cm.
Agastache rugosa, con foglie aromatiche dal sentore di menta-liquirizia, presenta fiori blu-porpora, che iniziano a sbocciare a giugno-luglio, per raggiungere la completa fioritura ad agosto.
Agastache rupestris, con foglie grigio-verdi dall´aroma fortemente speziato e fiori tubolari rosa-arancio.
Agastache scrophulariifolia, erbacea perenne dall´aspetto cespuglioso, presenta foglie cuoriformi e aromatiche con fiori rosa-viola, riuniti in spighe, a partire da metà  estate fino ad inizio autunno.

 Coltivazione Agastache

Piante molto rustiche si coltivano con successo in ogni tipo di terreno fertile e non troppo argilloso. Amano il sole dove fioriscono con regolarità, sono piante ideali per formare ampie  macchie in mixed-border di campagna. Allo scopo è bene piantarne almeno una ogni 40-50 cm.

Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o minerale a lenta cessione, evitando l’eccesso di azoto che provoca una crescita troppo vigorosa a discapito della fioritura.

Durante l’inverno si possono eliminare le foglie e gli steli secchi.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Lamiaceae
Fiori:
Piccoli, labiati, riuniti in spighe più o meno allungate, in vari colori
Dimensioni:
Non superano i 100-120 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Lanceolate, dentate, lievemente tomentose
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Pianta profumata
Schede Correlate

Helleborus niger

 Descrizione Comunemente chiamata Rosa di Natale, Helleborus niger è una pianta da fiore sempreverde della famiglia delle Ranunculaceae. Il nome deriva dalle parole greche Helein che significa ferita e Bora […]

Potentilla

 Descrizione Vasto genere che comprende anche piante arbustive, (vedi la sezione arbusti), quelle che normalmente i giardinieri considerano le più valide per l’utilizzo in giardino. Ciò è dovuto in parte […]

Cotula

 Descrizione Inconfondibili per l’aspetto di morbido cuscino o tappezzanti molto prostrate e aderenti al terreno. La rappresentante più conosciuta e originale è Cotula hispida (foto), dalle foglie sottili e filiformi, morbidissime […]