Agastache

Descrizione

Genere che comprende specie caduche aromatiche e ornamentali, poco conosciute ma meritevoli di più attenzione. In genere hanno portamento eretto e cespitoso. Le foglie sono lanceolate, dentate, lievemente tomentose, verde scuro o verde chiaro, perfino gialle, a seconda della varietà. Emanano un piacevole profumo di menta, in alcune varietà con sfumature più speziate, addirittura “pungenti”.

I fiori sono piccoli, labiati, riuniti in spighe più o meno allungate, in vari colori: blu, violetto, rosa, rosso, bianco. Sbocciano a fine primavera e in alcune varietà anche per tutta l’estate, inizio autunno.

L’altezza non supera i 100-120 cm.

 Principali specie di Agastache

Agastache aurantiaca, con foglie aromatiche verde-argento, molto generosa nella fioritura, da giugno a settembre con fiori color arancione vivo.
Agastache cana, con foglie aromatiche, dal sentore di cannella e steli lunghi circa 1 metro con fiori dal rosa scuro al porpora. Fiorisce dalla fine dell´estate fino a metà  autunno.
Agastache foeniculum (foto), con foglie aromatiche, che possono venire utilizzate in cucina per dare un morbido profumo di anice ai piatti. I fiori viola, sono molto apprezzati dalle api e ne consegue un miele molto profumato.
Agastache mexicana, anch´essa con foglie aromatiche, che se stropicciate hanno un sentore di limone, raggiunge un´altezza di 100-120 cm e presenta fiori rosa scuro con brattee di colore più chiaro.
Agastache nepetoides, con foglie ovali, opposte e dentate e fiori bianco-giallastri.
Agastache pallidiflora, con foglie da ovali a triangolari di color verde opaco, con fiori dal bianco al porpora secondo le varietà . L´altezza massima varia dai 30 ai 100 cm.
Agastache rugosa, con foglie aromatiche dal sentore di menta-liquirizia, presenta fiori blu-porpora, che iniziano a sbocciare a giugno-luglio, per raggiungere la completa fioritura ad agosto.
Agastache rupestris, con foglie grigio-verdi dall´aroma fortemente speziato e fiori tubolari rosa-arancio.
Agastache scrophulariifolia, erbacea perenne dall´aspetto cespuglioso, presenta foglie cuoriformi e aromatiche con fiori rosa-viola, riuniti in spighe, a partire da metà  estate fino ad inizio autunno.

 Coltivazione Agastache

Piante molto rustiche si coltivano con successo in ogni tipo di terreno fertile e non troppo argilloso. Amano il sole dove fioriscono con regolarità, sono piante ideali per formare ampie  macchie in mixed-border di campagna. Allo scopo è bene piantarne almeno una ogni 40-50 cm.

Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o minerale a lenta cessione, evitando l’eccesso di azoto che provoca una crescita troppo vigorosa a discapito della fioritura.

Durante l’inverno si possono eliminare le foglie e gli steli secchi.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Lamiaceae
Fiori:
Piccoli, labiati, riuniti in spighe più o meno allungate, in vari colori
Dimensioni:
Non superano i 100-120 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Lanceolate, dentate, lievemente tomentose
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Pianta profumata
Schede Correlate

Anchusa

 Descrizione Genere di erbacee perenni, annuali o biennali, appartenenti alla famiglia delle Boraginaceae, sono presenti in tutta Europa, Italia compresa. La specie più conosciuta è Anchusa azurea, erbacea dal portamento cespitoso […]

Dracocephalum

 Descrizione Genere di erbacee di origine alpina che comprende alcune specie molto belle, ma purtroppo per niente conosciute. Per esempio le varietà di Dracocephalum argunense (foto), hanno un portamento cespitoso […]

Ligularia

 Descrizione Erbacee talvolta imponenti che possono raggiungere o e superare i 2 mt di altezza, sono facilmente riconoscibili per l’aspetto rado dei cespi e il portamento eretto delle lunghe spighe, […]