Althaea (Alcea)

 Descrizione

Perenni o bienni inconfondibili per il portamento eretto formato da alti steli robusti, che possono superare facilmente i 250 cm. La foglia è lobata e ampia, simile a quella della malva, lievemente dentata.

I fiori sono la parte più decorativa: grandi, semplici o doppi, simili a tenere rose, hanno colori variabili da una varietà all’altra. Bianco, rosso, giallo, passando per tutte le sfumature di questi colori, sono veramente tante le possibilità date da queste piante, dove è reperibile anche una inconsueta varietà a fiore quasi nero: Althaea rosea ´Nigra´.

Sbocciano a fine primavera e durano a lungo, anche per tutta l’estate, fino all’autunno. Per mantenere questa vigoria si consiglia di coltivarle come biennali, ovvero sostituendo ogni due anni le piante.

  Principali specie e varietà  di Althaea

Althaea armeniaca, erbacea perenne alta dai 50 ai 200 cm, presenta foglie basali lievemente lobate, foglie più lunghe ovato-lanceolate e fiori dal rosa al rosa-violetto.
Althaea cannabina, con portamento eretto, raggiunge i 60-80 cm di altezza e produce fiori bianco-rosati, sul finire dell´estate.
Althaea officinalis (foto), con foglie basali arrotondate e foglie superiori lobate e triangolari. Conosciuta anche come Altea comune, presenta fiori bianchi in Althaea officinalis alba e bianco-rosati in Althaea officinalis ´Romney Marsh´.
Althaea rosea, riclassificata dai botanici come Alcea rosea, presenta foglie lobate, rugose e tomentose e fiori dal giallo al rosso passando per il rosa, secondo le varietà . Coltivata come annuale raggiunge mediamente i 150 cm di altezza, mentre come perenne può arrivare anche ai 2,5 metri.

 Coltivazione Althaea

Si coltivano facilmente essendo piante rustiche e adattabili ad ogni condizione, con una preferenza per terreni fertili e posizioni riparate dai forti venti che ne provocano l’allettamento. Evitare le posizioni troppo ombreggiate che ne mortificherebbe l’abbondante fioritura.

Fertilizzare in primavera e autunno con concime organico o minerale a lenta cessione con basso titolo di azoto per non “spingere” eccessivamente la vegetazione a discapito della fioritura.

Irrigare moderatamente e di frequente, perché in caso di siccità prolungata vanno incontro a vistosi problemi di Ruggine (Puccinia).

Sono piante ideali per formare quinte alte a cui abbinare erbacee medie e basse che ne coprano il piede. Allo scopo, disporne una ogni 40-50 cm.

 

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Malvaceae
Fiori:
Grandi, semplici o doppi, simili a tenere rose
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico, integrare nel periodo caldo con poco concime minerale
Foglie:
Lobate e ampie, simili a quelle delle malve
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Verbascum

 Descrizione In Italia, sono quasi esclusivamente conosciute come piante tipiche degli incolti e dei greti fluviali. Sono invece tante le varietà o ibridi di Verbascum, da potersi utilizzare con successo […]

Actaea (ex Cimicifuga)

 Descrizione Piante rizomatose a portamento eretto, talvolta maestose, potendo raggiungere anche i 100-200 cm di altezza. Sono facilmente riconoscibili per i piccolissimi fiori stellati, di color bianco puro o bianco […]

Agastache

Descrizione Genere che comprende specie caduche aromatiche e ornamentali, poco conosciute ma meritevoli di più attenzione. In genere hanno portamento eretto e cespitoso. Le foglie sono lanceolate, dentate, lievemente tomentose, […]