Anemone

 Descrizione

Genere vastissimo che comprende un numero di specie anche molto diverse tra di loro e con periodi di fioritura che vanno dalla primavera all’autunno inoltrato. Di solito si tratta di perenni rizomatose o tuberose con portamento eretto e vigorose. Le foglie caduche o semi-sempreverdi sono divise, più o meno dentate a seconda della specie, di color verde scuro o verde grigio. I fiori (sicuramente la parte più interessante) sono a coppa, aperta o un po’ chiusa, alcuni assomigliano a stelle, altri sono più consistenti, quasi di aspetto ceroso. I coltivatori hanno da tempo suddiviso gli anemoni in base al periodo di fioritura e quindi abbiamo anemoni primaverili, quelli che sbocciano da marzo a giugno-luglio, poi quelli autunnali che invece mostrano tutto il loro fascino da agosto a fine ottobre. Dei primi ricordiamo: Anemone nemorosa, Anemone sylvestris, Anemone narcissiflora e tutte le loro varietà e ibridi. Tra quelli autunnali ricordiamo: Anemone hupehensis, Anemone tomentosa, Anemone x hybrida (o anemoni giapponesi) e tutte le loro varietà e ibridi. L’altezza varia dai 10-15 cm delle varietà più nane ai 130 cm degli anemoni giapponesi.

Coltivazione

In genere si tratta di erbacee rustiche, capaci di sostenere senza problemi qualsiasi inverno, con qualche eccezione da riservare alla coltivazione in zone calde o mediterranee: soprattutto alcuni ibridi da taglio primaverili, come per esempio Anemone coronaria. Amano i terreni fertili e profondi, al sole o in mezz’ombra; alcune specie vegetano bene nell’ombra del sottobosco.

 

Sono piante belle da tenere in folti raggruppamenti, macchie di una sola varietà in cui valorizzare il colpo d’occhio d’insieme dei numerosissimi fiori. Per questo motivo è bene piantarne almeno uno ogni 30 cm al massimo. Irrigare moderatamente nel periodo primaverile e estivo. Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o minerale a lenta cessione e pacciamare in autunno con strame fogliare o compost ben maturo.

 

Anemone coronaria

Proprio quelli che le fioraie vendono per farvi dei romantici mazzolini. Tutto sommato sono abbastanza rustici e vegetano bene nella mezz´ombra, con humus ricco e buona disponibilità di acqua. Ottimi anche in vaso, sul balcone o sui davanzali.

 

 

Anemone giapponese

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Ranunculaceae
Fiori:
A coppa, aperta o un po’ chiusa, di aspetto ceroso
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Sono divise, più o meno dentate a seconda della specie
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Penstemon

 Descrizione Sempre troppo poco considerate, per la nomea di piante poco rustiche, ovvero che debbano essere riparate durante l’inverno. Invece si tratta di erbacee o suffrutici che dimostrano di non […]

Epimedium

 Descrizione Tutti gli Epimedium o “fiori degli elfi”, sono erbacee perenni dalle fioriture non troppo appariscenti, ma i piccoli fiori a coppa con speroni, bianchi, gialli, porpora, spesso bicolore (dipende […]

Erigeron

 Descrizione Genere di erbacee caduche a portamento cespitoso o a cuscino espanso. Facilmente riconoscibili per i fiori con capolini simili alle margherite ma con ligule particolarmente fitte e sottili, che […]