Antirrhinum majus (Bocca di leone)

 Descrizione

Al genere Antirrhinum, appartengono una cinquantina di specie e varietà e tra queste, la Antirrhinum majus è senz´altro la più comune. Si trova anche allo stato spontaneo in tutta la zona mediterranea. È una erbacea perenne che però viene anche coltivata come annuale, molto rustica e molto resistente al freddo, anche quando la temperatura scende di qualche grado sotto lo zero.

La Antirrhinum majus, cresce fino ad 1 metro di altezza e la sua particolarità sono senz´altro i fiori. Caratterizzati da infiorescenze riunite in grappolo; se premute lateralmente, si aprono spalancando “le fauci”. Da questa particolare caratteristica dei fiori ne deriva il nome comune di bocca di leone. Fiorisce da giugno fino all´autunno inoltrato.

 

Principali varietà

Antirrhinum majus ´Black Prince´, con fiori rosso scuro e foglie che virano dal verde scuro al bronzo a seconda della stagione.
Antirrhinum majus ´Bronze Dragon´, con fiori bicolore malva/viola e caratteristiche foglie bronzo scuro, quasi nere.
Antirrhinum majus ´Night and Day´, con fiori scarlatti dalla gola color bianco brillante e fogliame scuro con tonalità  dal verde al bronzo.

 

Coltivazione

Per un´ottima ed abbondante fioritura è da prediligere una posizione in pieno sole. Se posta in mezz´ombra la fioritura sarà meno abbondante. Non teme il caldo eccessivo e in zone con inverni molto freddi si consiglia di proteggere la pianta dal freddo intenso e dalla gelate, coprendola completamente, con un buon tessuto isolante.

Il terreno ideale sarà sciolto, ben drenato, fertile e non umido. L´Antirrhinum majus, predilige difatti terreni asciutti, quindi anche le annaffiature, dovranno essere regolari, ma non abbondanti. Si potrà tranquillamente lasciare il terreno completamente asciutto per qualche giorno, tra una annaffiatura e l´altra.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Plantaginaceae
Fiori:
Di colori diversi, secondo la varietà. Anche bicolore o screziati
Dimensioni:
Irrigazione:
regolari ma non abbondanti
Concimazione:
se il terreno risulta povero, ogni 3-4 settimane aggiungere del fertilizzante per piante da fiore, nell´acqua utilizzata per l´irrigazione
Foglie:
di color verde cupo, lunghe da 1 a 8 cm e larghe da 1 a 3
Esposizione:
pieno sole, per avere un´abbondante fioritura
Temperature:
Proteggerla dal freddo eccessivo se la temperatura scende di molto sotto lo zero
Terreno:
sciolto, ben drenato e ricchi di sostanza organica
Potatura:
eliminare gli steli con i fiori appassiti, ed eventualmente cimare le piantine giovani per avere una crescita compatta
Curiosità:
Il nome comune “Bocca di leoneâ€?, deriva dalla particolarità del fiore, che se premuto lateralmente, si spalanca come fosse una bocca
Schede Correlate

Linaria

 Descrizione Genere poco conosciuto ma ricco di sorprese, come la Linaria aeruginea, una specie che ha dato vita ad alcune varietà molto interessanti per il giardino roccioso. Per esempio Linaria aeruginea […]

Helianthemum

 Descrizione Detti anche “Rosa di roccia”, sono piccoli suffrutici sempreverdi e semi-sempreverdi. Il portamento è spesso a cuscino basso ed espanso, anche se non mancano le specie più erette; l’altezza […]

Physostegia

 Descrizione Le varietà di questa bella erbacea, più facilmente reperibili presso i vivai, sono tutte derivate da Physostegia virginiana. Una labiata purtroppo poco utilizzata, ma che meriterebbe più attenzione per l’abbondante […]