Antirrhinum majus (Bocca di leone)

 Descrizione

Al genere Antirrhinum, appartengono una cinquantina di specie e varietà e tra queste, la Antirrhinum majus è senz´altro la più comune. Si trova anche allo stato spontaneo in tutta la zona mediterranea. È una erbacea perenne che però viene anche coltivata come annuale, molto rustica e molto resistente al freddo, anche quando la temperatura scende di qualche grado sotto lo zero.

La Antirrhinum majus, cresce fino ad 1 metro di altezza e la sua particolarità sono senz´altro i fiori. Caratterizzati da infiorescenze riunite in grappolo; se premute lateralmente, si aprono spalancando “le fauci”. Da questa particolare caratteristica dei fiori ne deriva il nome comune di bocca di leone. Fiorisce da giugno fino all´autunno inoltrato.

 

Principali varietà

Antirrhinum majus ´Black Prince´, con fiori rosso scuro e foglie che virano dal verde scuro al bronzo a seconda della stagione.
Antirrhinum majus ´Bronze Dragon´, con fiori bicolore malva/viola e caratteristiche foglie bronzo scuro, quasi nere.
Antirrhinum majus ´Night and Day´, con fiori scarlatti dalla gola color bianco brillante e fogliame scuro con tonalità  dal verde al bronzo.

 

Coltivazione

Per un´ottima ed abbondante fioritura è da prediligere una posizione in pieno sole. Se posta in mezz´ombra la fioritura sarà meno abbondante. Non teme il caldo eccessivo e in zone con inverni molto freddi si consiglia di proteggere la pianta dal freddo intenso e dalla gelate, coprendola completamente, con un buon tessuto isolante.

Il terreno ideale sarà sciolto, ben drenato, fertile e non umido. L´Antirrhinum majus, predilige difatti terreni asciutti, quindi anche le annaffiature, dovranno essere regolari, ma non abbondanti. Si potrà tranquillamente lasciare il terreno completamente asciutto per qualche giorno, tra una annaffiatura e l´altra.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Plantaginaceae
Fiori:
Di colori diversi, secondo la varietà. Anche bicolore o screziati
Dimensioni:
Irrigazione:
regolari ma non abbondanti
Concimazione:
se il terreno risulta povero, ogni 3-4 settimane aggiungere del fertilizzante per piante da fiore, nell´acqua utilizzata per l´irrigazione
Foglie:
di color verde cupo, lunghe da 1 a 8 cm e larghe da 1 a 3
Esposizione:
pieno sole, per avere un´abbondante fioritura
Temperature:
Proteggerla dal freddo eccessivo se la temperatura scende di molto sotto lo zero
Terreno:
sciolto, ben drenato e ricchi di sostanza organica
Potatura:
eliminare gli steli con i fiori appassiti, ed eventualmente cimare le piantine giovani per avere una crescita compatta
Curiosità:
Il nome comune “Bocca di leoneâ€?, deriva dalla particolarità del fiore, che se premuto lateralmente, si spalanca come fosse una bocca
Schede Correlate

Centaurea

 Descrizione Genere di erbacee, composto da circa 500 specie annuali, biennali o perenni appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, praticamente sono dei grandi fiordaliso, ovvero dei capolini solitari che possono essere […]

Kirengeshoma

 Descrizione Lontanamente imparentate alle ortensie, queste Hydrangeaceae sono pochissimo utilizzate e conosciute; la rappresentante più facile da reperire nei vivai specializzati è Kirengeshoma palmata (foto), dal portamento eretto e con […]

Scabiosa

 Descrizione Ottime erbacee per i giardini di campagna, hanno un portamento cespitoso ed eretto o ad ampio cuscino. La foglia basale è lanceolata mentre quelle più in alto diventano pennate […]