Artemisia

 Descrizione

Genere di erbacce molto conosciute tra i colleghi d’oltralpe e anglosassoni, hanno poco successo in Italia, dove invece potrebbero essere coltivate con facilità sia in ambiente mediterraneo che continentale. Le Artemisia sono un genere vastissimo, caratterizzato per almeno due caratteristiche fondamentali: il colore spesso grigio e l’aroma talvolta anche molto intenso. Si tratta per lo più di erbacee o suffrutici caduchi dal portamento eretto, vigoroso, come Artemisia absinthium, Artemisia ludoviciana e Artemisia abrotanum (h 120-150 max). Non mancano però le specie più basse o addirittura striscianti come Artemisia stelleriana, Artemisia schmidtiana e Artemisia glacialis. Le foglie sono più o meno frastagliate, in alcune specie bipennate con lobi arrotondati, comunque sempre molto eleganti e quasi sempre grigie o argentate, al massimo verde grigie. Le foglie sono la parte più decorativa e interessante delle artemisie che fa passare in secondo piano le fioriture, assai poco appariscenti, quasi anonime, ad eccezione di Artemisia glacialis con piccole infiorescenze gialle.

 Coltivazione

Adorano i terreni soleggiati, fertili, anche se un po’ asciutti. Non richiedono cure importanti. Sono piante da coltivare in folti raggruppamenti, macchie di una sola varietà in cui valorizzare l’effetto della massa fogliare. Gli accostamenti migliori sono con fiori bianchi o blu, oppure con altre erbacee grigie, andando a creare un effetto molto raffinato. Le varietà alte, vanno bene anche in bordi misti per “staccare” altre masse di fiori colorati mentre le varietà nane sono perfette per i giardini rocciosi. Le varietà più vigorose è consigliato dividerne i ceppi ogni 3-4 anni. Fertilizzare in primavera con concime organico o minerale a lenta cessione ed irrigare moderatamente nei periodi di gran caldo o di secco prolungato.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Piccoli e insignificanti
Dimensioni:
Da 10-15 cm delle varietà nane fino a 130-150 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Sempre molto eleganti e quasi sempre grigie o argentate
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Nella preparazione del vermouth, la base principale è ricavata dalla Artemisia absinthium
Schede Correlate

Althaea

 Descrizione Perenni o bienni inconfondibili per il portamento eretto formato da alti steli robusti, che possono superare facilmente i 250 cm. La foglia è lobata e ampia, simile a quella […]

Meconopsis

 Descrizione Quasi mitiche, per la non facile coltivazione e la difficile reperibilità, sono diventate l’emblema di un giardinaggio colto, evoluto e un po’ “difficile”. Detto anche “papavero blu dell’Himalaya” il Meconopsis […]

Gentiana

Ampio genere di erbacee perenni, solitamente di origine alpina, ma che si trovano anche nell’emisfero australe, in particolare nella Nuova Zelanda. Il portamento a seconda delle specie può essere: cespitoso, […]