Aruncus

 Descrizione

Erbacee caduche assai poco conosciute e meritevoli di un uso più frequente soprattutto per quel che riguarda le specie e varietà più nane, hanno portamento cespitoso, espanso, simile a quello delle Astilbe. Anche le foglie finemente frastagliate in Aruncus aethusifolius (h 25-30 cm max) ricordano le Astilbe, mentre nei meno eleganti Aruncus dioicus (foto), sono più lanceolate e grandi, con lunghi piccioli, verde scuro.

I fiori bianco crema sono minuti e riuniti in infiorescenze piumose e rade in dioicus, mentre in aethusifolius risultano più compresse e fitte, su steli corti.

 Altre specie

Aruncus asiaticus e Aruncus sinensis, con piccoli fiori bianco-crema, che da tarda primavera ad inizio estate, spuntano su “pennacchi” piumati di grandi dimensioni.

 Coltivazione

Amano la mezz’ombra e i terreni fertili, anche in vicinanza dell’acqua. In questi ambienti vegetano vigorosamente e diventano i regnanti incontrastati, quindi di lunga durata, soprattutto in giardino sono molto belli a vedersi fioriti accanto a laghetti o ruscelli. Le specie e varietà nane di Aruncus, vanno bene anche in rock garden un po’ umidi e fertili, oppure in vaso.

Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o minerale a lenta cessione e pacciamare in autunno con strame fogliare o compost ben maturo.

Irrigare in abbondanza nei periodi di gran caldo o di secco prolungato.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rosaceae
Fiori:
Sono minuti e riuniti in infiorescenze piumose
Dimensioni:
Non superano i 100-120 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Finemente frastagliate o lanceolate e grandi a seconda della specie
Esposizione:
Ombra o mezz'ombra
Temperature:
Fino a - 20° C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Morina

 Descrizione Erbacee interessanti, che meriterebbero più ampia diffusione per l’aspetto curioso del fogliame, ampiamente dotato di spine e disposto in ampia rosette. La foglia è aromatica di color verde brillante. […]

Lupinus

 Descrizione Il nome probabilmente trae origine dall’aspetto peloso e grigio del tegumento che riveste i semi, oppure dal greco lype, ossia pena o sofferenza, perché un tempo era il cibo […]

Eryngium

 Descrizione Erbacee molto originali per i fiori dai riflessi metallici e il portamento eretto e ramificato. Le foglie sono profondamente dentate, ovali trilobate o pentapartite o triangolari, a seconda della […]