Asphodeline

 Descrizione

Erbacee della famiglia delle Asphodelaceae dal portamento simile a quello dell’aglio, anche le foglie lo ricordano: strette lunghe e verde grigie. Le radici sono carnose e i fiori sono gialli, piccoli, a stella e riuniti in infiorescenze dense, come spighe apicali. Sbocciano da fine primavera a metà estate e al massimo raggiungono il metro di altezza.

 Principali specie

Asphodeline brevicaulis, erbacea perenne che fiorisce in aprile-maggio, raggiungendo un altezza massima di 60-100 cm.
Asphodeline liburnica, con fusti eretti (40-60 cm), lunghe foglie filiformi e fiori giallo che sbocciano in giugno-luglio.
Asphodeline lutea (foto), simile alla liburnica, ma più alta (80-100 cm) e con foglie a sezione triangolare.
Asphodeline taurica, pianta abbastanza rara, presenta foglie strette grigio-verdi e spighe di fiori biancastri sulla sommità di rigidi steli. Altezza massima 30-40 cm.

 Coltivazione

Erbacee adatte ai climi più caldi o dove l’inverno non si riveli un nemico, perché al massimo resistono fino a meno -3-5 C°. Le Asphodeline, amano i terreni sassosi, mediamente fertili ma comunque molto ben drenati, anche su pendii esposti e in pieno sole. Sono utili per formare gruppi o macchie nei giardini rocciosi mediterranei abbastanza ampi.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asphodelaceae
Fiori:
Gialli, piccoli, a stella e riuniti in infiorescenze dense
Dimensioni:
Non superano i 100 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Strette lunghe e verde grigie
Esposizione:
Sole e riparata dai venti freddi
Temperature:
Fino a -5 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Cymbalaria

 Descrizione Genere di erbacee appartenenti alla famiglia Plantaginaceae, comprende una decina di specie, alcune delle quali spontanee in Italia. La più diffusa in commercio è la Cymbalaria muralis, una pianta […]

Alchemilla

 Descrizione Pare che il nome Alchemilla derivi dalla parola “alchimista”, ovvero colui che all’origine della medicina usava prelevare di buon mattino la rugiada depositata sulle foglie di questa interessante erbacea […]

Althaea

 Descrizione Perenni o bienni inconfondibili per il portamento eretto formato da alti steli robusti, che possono superare facilmente i 250 cm. La foglia è lobata e ampia, simile a quella […]