Astilbe

 Descrizione

Le Astilbe sono erbacee caduche dal portamento cespitoso eretto, le cui foglie sono composte da foglioline ovali dentate e più o meno frastagliate, verde scuro. I fiori sono molto piccoli ma numerosissimi e riuniti in infiorescenze piumose, portate su steli robusti, eretti sopra la vegetazione. I colori sono di solito sfumature del rosso e rosa e ovviamente l’onnipresente bianco.

Sbocciano nel periodo estivo, da giugno a fine agosto, a secondo della varietà e possono essere più o meno densi con altezze variabili dai 30 cm di Astilbe chinensis ´Pumila´ (foto) a 120-130 cm di Astilbe ibride (gruppo delle Astilbe x arendsii).

 Altre specie e varietà

Astilbe x crispa, con foglie ovate, lievemente rugose, profondamente incise e fiori che vanno dal bianco al rosa scuro, secondo le varietà. Riuniti in infiorescenze sbocciano in piena estate.
Astilbe glaberrima, conosciuta per la var. saxatilis, presenta foglie molto ornamentali, di color verde scuro e fiori estivi di color rosa pallido.
Astilbe grandis, con foglie leggermente tomentose di color verde scuro e fiori riuniti in pannocchie di color bianco.
Astilbe japonica, con foglie profondamente divise e fiori bianchi riuniti in pannocchie. Altezza massima 50-60 cm.
Astilbe simplicifolia, con foglie ovate e fiori bianco o rosa che sbocciano in piena estate. Altezza massima 20-30 cm.

 Coltivazione

Le Astilbe amano i terreni ricchi di humus, fertili, umidi, ma non i ristagni di acqua, quindi la loro posizione ideale in giardino è accanto ai corsi d’acqua: ruscelli, canali o laghetti e paludi; possibilmente in pieno sole o in mezz’ombra dove però tendono a fiorire con più moderazione. In aiuole o bordi misti possono dare grandi soddisfazioni se supportati da un efficiente impianto irriguo.

Le varietà più nane possono trovare impiego nei vasi o nel giardino roccioso o per ricoprire porzioni di terreno al modo delle tappezzanti più classiche; per ottenere una buona copertura bisogna disporne almeno una ogni 30 cm.

Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o minerale a lenta cessione e pacciamare in autunno con strame fogliare o compost ben maturo.

Irrigare in abbondanza nei periodi di gran caldo o di secco prolungato.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Saxifragaceae
Fiori:
Molto piccoli ma numerosissimi e riuniti in infiorescenze piumose
Dimensioni:
Da 20-30 cm fino a 120-130 cm delle Astilbe x arendsii
Irrigazione:
Irrigare spesso, soprattutto in estate
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Composte da foglioline ovali dentate e più o meno frastagliate
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Trollius

 Descrizione Piante originarie dei pascoli montani, freschi e umidi, dove la specie più comune è Trollius europaeus. Da questa specie e da altre ne sono derivate alcune varietà, selezionate per la […]

Crocosmia

 Descrizione Genere di erbacee bulbose dal portamento e dal fogliame simile ai gladioli o agli iris, verde scuro. Molto belle ed eleganti, in queste piante la parte del leone la […]

Saponaria

 Descrizione In ogni giardino roccioso che si rispetti, non dovrebbero mai mancare le Saponarie, erbacee dal portamento espanso a cuscino, la foglia può essere ovale o strettamente lanceolata a seconda […]