Carlina

 Descrizione

Genere di erbacee perenni o annuali appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, trova nella Carlina acaulis, la rappresentante più significativa di questo genere. Magnifica erbacea perenne di montagna, solitamente vive in luoghi aridi isolati e sui pascoli di alta quota. Di facile riconoscimento per il portamento aderente al terreno formata come è da grandi foglie frastagliate o profondamente incise completamente spinose ai margini, verde grigie. I fiori sono molto grandi anche 10-12 cm di larghezza, bianchi argentei con disco centrale marrone, di consistenza cartacea. I pastori hanno l’abitudine di lasciarne seccare alcune appese alle pareti delle baite, ritenendo questo di buon auspicio nonché come indicatori della variabilità del clima, dato che anche da essiccati si chiudono all’arrivo del maltempo.Oltre alla già citata Carlina acaulis di questo genere fa parte anche la Carlina vulgaris.

 Coltivazione

Pur essendo una pianta molto rustica nel suo habitat naturale, risulta di non facile coltivazione in bassa quota o addirittura in pianura. Sono piante che desiderano un’esposizione in pieno sole, un perfetto drenaggio su terreni asciutti, sassosi, anche calcarei. Quindi sono piante adatte ai giardini rocciosi più specializzati, da fertilizzare moderatamente in primavera con concime organico tipo letame in polvere.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Sono molto grandi anche 10-12 cm di larghezza e bianchi
Dimensioni:
Non superano i 15-20 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Grandi foglie frastagliate o profondamente incise completamente spinose ai margini
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -25 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
I fiori essiccati si chiudono all’arrivo del maltempo.
Schede Correlate

Lupinus

 Descrizione Il nome probabilmente trae origine dall’aspetto peloso e grigio del tegumento che riveste i semi, oppure dal greco lype, ossia pena o sofferenza, perché un tempo era il cibo […]

Monarda

 Descrizione Detta anche té d’Oswego, nella specie Monarda didyma (foto), è un genere di erbacee che si caratterizzano per il fogliame profumato, di té o di bergamotto appunto, che sanno offrire […]

Helleborus orientalis

 Descrizione Conosciuta anche con il nome volgare di Rosa Quaresimale, l´Helleborus orientalis e’ una pianta della famiglia delle Ranunculaceae originaria delle zone boschive di Grecia e Turchia. Il nome deriva […]