Convallaria

 Descrizione

Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Asparagaceae, sono piante originarie dell´Europa e dell´Asia e la specie di riferimento è Convallaria majalis (foto), ovvero il “mughetto”. Una specie spontanea nei boschi delle prealpi italiane. Molto bella e diffusa, ha un portamento strisciante rizomatoso con foglie grandi, ovali, lucide e verde scuro. I fiori sono piccoli, campanulati, di aspetto ceroso, profumatissimi (una vera delizia per i sensi), penduli e portati su steli esili un po’ ricurvi. Sbocciano a primavera inoltrata e inizio estate.

 Principali varietà

Convallaria majalis ´Albostriata´, con fiori bianchi e grandi foglie verdi, con stupende striature longitudinali che sembrano tracciate da un pennello.
Convallaria majalis ´Bordeaux´, con fiori bianco puro profumati, leggermente più grandi della specie tipo.
Convallaria majalis ´Flore pleno´, caratterizzata da bianchi fiori doppi.
Convallaria majalis ´Prolificans´, con fiori singoli, che a prima vista sembrano doppi.
Convallaria majalis var. rosea, con ciuffi di grande foglie verdi e fiori bianco-rosati.
Convallaria majalis ´Variegata´, con foglie verdi variegate giallo oro.
Convallaria majalis ´Vic Pawlowski´s Gold´, con fiori bianchi tipici della specie e foglie variegate giallo oro, con striature più ampie e numerose della varietà ´Albostriata´.

 Coltivazione

Pianta da sottobosco per eccellenza, pur vegetando al sole dove però produce meno fiori e la vegetazione ne è spesso compromessa. Il suo ambiente è fresco e umido, tra le foglie cadute, nell’humus, quindi all’ombra o mezz’ombra.

L’effetto estetico migliore si ottiene ponendone un certo numero sul terreno, in modo che queste, allargando i propri stoloni, non producano altre piante e infittiscano la popolazione formando ampi tappeti anche se talvolta però, risultano un po’ invadenti. Si consiglia di piantarne almeno una ogni 30 cm e per ottenere delle ottime fioriture non bisogna esagerare con le concimazioni azotate.

Irrigare moderatamente in estate o nei periodi asciutti.

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asparagaceae
Fiori:
Piccoli, campanulati, di aspetto ceroso, profumatissimi
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Grandi, ovali, lucide e verde scuro.
Esposizione:
Ombra o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -25 °C
Terreno:
Fertile, non argilloso e ricco di humus
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Schede Correlate

Gunnera

 Descrizione Erbacee imponenti, che molti giardinieri conoscono sotto il nome di “Rabarbaro gigante del Brasile”, il cui nome botanico è Gunnera manicata (foto). Inconfondibili per le grandi foglie rotonde, lobate e […]

Astrantia

 Descrizione Le Astrantia sono erbacee caduche dal portamento cespitoso, eretto o espanso. Le foglie sono grandi e divise in lobi profondi, verde scuro e lucide. I fiori sono piccoli, riuniti […]

Lupinus

 Descrizione Il nome probabilmente trae origine dall’aspetto peloso e grigio del tegumento che riveste i semi, oppure dal greco lype, ossia pena o sofferenza, perché un tempo era il cibo […]