Dracocephalum

 Descrizione

Genere di erbacee di origine alpina che comprende alcune specie molto belle, ma purtroppo per niente conosciute. Per esempio le varietà di Dracocephalum argunense (foto), hanno un portamento cespitoso e possono formare densi cuscini di foglie sottili e lineari, verde scuro e con fiori simili a quelli della salvia, ma più grandi e riuniti in infiorescenze o grappoli di color blu scuro o bianco che sbocciano da giugno ad agosto. L’altezza massima è di 30 cm.

Nei vivai specializzati in erbacee sono reperibili anche la specie Dracocephalum grandiflorum, dal colore dei fiori ancora più intenso, oppure il Dracocephalum ruyschiana dai fiori azzurri.

 Altre specie

Dracocephalum botryoides, con foglie lobate grigio verde e fiori bicolore, bianco e viola, riuniti in grappoli.
Dracocephalum aff.forrestii, con foglie tomentose sulla pagina inferiore e fiori blu-viola.
Dracocephalum moldavica, con lunghe spighe di fiori estivi di color blu intenso.
Dracocephalum renatii, con piccole foglie aromatiche e fiori bianco-crema, talvolta venati di rosso mattone.
Dracocephalum rupestre, con densi ciuffi di foglie basali disposte a rosetta e fiori estivi blu scuro. Sia le foglie sia i fiori emanano un gradevole aroma di limone.

 Coltivazione

Le Dracocephalum, possono essere impiegate sul primo piano dei bordi misti, ma risultano molto interessanti anche coltivate in vaso; mentre le varietà più compatte trovano impiego nei giardini rocciosi.

Amano i terreni ben drenati  in mezz’ombra o moderatamente umidi e se coltivati in pieno sole al termine della fioritura, si avvantaggiano di una generale cimatura.

Fertilizzare in primavera con concime organico a lenta cessione e irrigare durante l’estate o nei periodi di gran caldo.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Lamiaceae
Fiori:
Simili a quelli della salvia, ma più grandi. Blu o bianchi
Dimensioni:
Non superano i 25-30 cm
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Sottili, lineari, oblunghe, verde scuro
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Cerastium

 Descrizione Erbacee dal portamento a cuscino e tappezzante, alcune varietà sono capaci di formare coperture molto fitte, dense e in breve tempo. Le foglie sono vellutate o tomentose, piccole lanceolate […]

Aster

 Descrizione Uno dei generi di erbacee perenni ornamentali tra i più vasti e comprende sia specie e varietà a fioritura primaverile-estiva che autunnale. Per comodità tra i giardinieri, vengono quindi […]

Incarvillea

 Descrizione Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Bignoniaceae trova nella Incarvillea delavayi (foto), la specie più conosciuta; una erbacea di aspetto cespitoso con foglie pennate, da ovali a oblunghe, […]