Filipendula

 Descrizione

Erbacee cespitose dal portamento eretto, poco conosciute e poco utilizzate, che però meriterebbero più attenzione per la facilità di coltivazione e la longevità. Le foglie sono pennate e frastagliate composte da 3-5-7 foglioline verde scuro, che in certe varietà diventa invece molto chiaro, quasi crema o giallo tenue, come in Filipendula ulmaria ´Aurea´. Nei vivai specializzati sono reperibili perlopiù varietà di Filipendula ulmaria, ricche di corimbi di minutissimi fiori crema, rosa, bianchi, portati su steli robusti alti fino a 100-120 cm. In estate, al momento della fioritura le belle infiorescenze piumose sono senz’altro appariscenti.

 Altre specie e varietà

Filipendula camtschatica, caratterizzata da foglie palmate e fiori riuniti in corimbi, profumati e di color bianco.
Filipendula rubra, con fiori estivi rosati che sbocciano sulla sommità di fusti robusti e foglie pennate.
Filipendula rubra ´Venusta´, simile alla specie tipo, presenta fiori rosa-porpora.
Filipendula ulmaria ´Flore Pleno´, con foglie simili a quelle delle felci, presenta capolini di fiori doppi bianco-crema ad inizio estate. Altezza 70-120 cm.
Filipendula ulmaria ´Variegata´, più che per i fiori, questa varietà è coltivata perlopiù per il ricco fogliame verde brillante variegato giallo-crema. Altezza 90-120 cm.
Filipendula vulgaris (foto), con foglie basali simili a quelle delle felci e infiorescenze composte da piccoli fiori bianchi, che iniziano a comparire da fine maggio.
Filipendula vulgaris ´Flore Pleno´, riclassificata dai botanici come Filipendula vulgaris ´Multiplex´, con rosette di foglie basali verde scuro e fiori doppi color bianco-crema, disposti in pannocchie terminali, perlopiù in cima a steli che si elevano in genere ad una altezza di 30-40 cm.

 Coltivazione

Piante di facile coltivazione, nelle giuste condizioni di terreno, che deve essere ricco e fresco, possibilmente adiacente a corsi d’acqua, fossi o laghetti. Prediligono il sole ma sopportano anche un lieve ombreggiamento. Sono molto adatte a formare siepi informali o ampie macchie accanto ai corsi d’acqua.

Si consiglia di concimare in primavera con fertilizzante organico, humus e compost maturo o letame, evitando gli eccessi di azoto che stimolano la vegetazione ma non la fioritura.

Al termine della fioritura a fine estate, asportare gli steli sfioriti.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rosaceae
Fiori:
Corimbi di minutissimi fiori crema, rosa, bianchi
Dimensioni:
Non superano i 100-120 cm
Irrigazione:
Irrigare spesso, soprattutto in estate
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Pennate e frastagliate composte da 3-5-7 foglioline verde scuro
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Dracocephalum

 Descrizione Genere di erbacee di origine alpina che comprende alcune specie molto belle, ma purtroppo per niente conosciute. Per esempio le varietà di Dracocephalum argunense (foto), hanno un portamento cespitoso […]

Platycodon

Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae trova nella Platycodon grandiflorus (foto), la specie più utilizzata; una pianta di sicuro effetto nel giardino, soprattutto se piantata in un folto gruppo. […]

Centaurea

 Descrizione Genere di erbacee, composto da circa 500 specie annuali, biennali o perenni appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, praticamente sono dei grandi fiordaliso, ovvero dei capolini solitari che possono essere […]