Gentiana (Genziana)

Ampio genere di erbacee perenni, solitamente di origine alpina, ma che si trovano anche nell’emisfero australe, in particolare nella Nuova Zelanda. Il portamento a seconda delle specie può essere: cespitoso, eretto, allargato, tappezzante o prostrato. Le foglie sono lanceolate, ellittiche, lineari, di solito disposte in rosette come in Gentiana acaulis o disposte sulle lunghe ramificazioni ricadenti di Gentiana asclepiadea; inoltre in talune specie, come Gentiana lutea possono essere molto grandi, (lunghe anche 35-40 cm), nervate su steli robusti ed eretti. I fiori sono tubulosi o campanuliformi, in moltissime specie nelle variazioni del blu , talvolta anche molto intenso con particolari riflessi metallici; in altre specie sono sfumature del bianco, giallo-azzurro. A volte sono singoli oppure disposti in verticilli o raggruppati a 3-5 individui. Anche il periodo di fioritura è diversificato; le cosiddette Genziane primaverili fioriscono da maggio a giugno, quelle dette “autunnali” da agosto a settembre, e sono classificate come semi-sempreverdi. L’altezza varia dai 5 cm di Gentiana verna ai 120-150 di Gentiana lutea.

Coltivazione

In genere le genziane si adattano a terreni ricchi, umidi, freschi e acidi, però sono molte anche le specie adatte ad esposizioni ben soleggiate su terra neutra o alcalina. Seppur si tratta di piante dalla non facile coltivazione, dato che abbisognano di un lungo periodo di acclimatamento, sanno poi donare fioriture spettacolari, quindi si consiglia vivamente di posizionarle bene in vista o in situazioni di prestigio nel giardino roccioso. Al termine della fioritura è bene asportare i fiori appassiti fertilizzando con concime minerale a lenta cessione. Irrigare moderatamente dalla primavera all’autunno senza però creare ristagni pericolosi.

 

 

Gentiana acaulis

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Gentianaceae
Fiori:
Tubulosi o campanuliformi, in moltissime specie nelle variazioni del blu
Dimensioni:
Dai 5 cm di Gentiana verna ai 120- 150 di Gentiana lutea.
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Lanceolate, ellittiche, lineari, di solito disposte in rosette
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Schede Correlate

Primula

 Descrizione Il genere Primula è uno dei più vasti e comprende specie annuali biennali e ovviamente perenni. Si va da piante estremamente facili da coltivare come la Primula denticulata, ad […]

Chelone

 Descrizione La specie più interessante di questo genere è Chelone obliqua (foto), una bella erbacea dal portamento eretto con foglie lanceolate, dentate, verde scuro e lucide. Sono piante originarie dei […]

Astilbe

 Descrizione Le Astilbe sono erbacee caduche dal portamento cespitoso eretto, le cui foglie sono composte da foglioline ovali dentate e più o meno frastagliate, verde scuro. I fiori sono molto […]