Geranium (Geranio)

 Descrizione

Vasto genere di erbacee, talvolta molto appariscenti, ampiamente utilizzate in tutti i giardini del mondo per le belle fioriture, per la durata e la robustezza. Di solito vengono classificati a seconda dell’altezza e del portamento, che in talune specie è compatto o prostrato in forma di grandi cuscini o cespi arrotondati. L’altezza in questi casi non è mai superiore ai m 25 cm e sono definiti Gerani da roccioso, come Geranium cinereum e tutte le sue numerose varietà. Mentre quelli con portamento più espanso, eretto e comunque con altezze superiori ai 25-30 cm, sono considerati Gerani da bordura, come Geranium himalaiense o Geranium sanguineum, comprese tutte le loro varietà. In ogni caso si tratta di piante rizomatose, le cui foglie sono piccole medie o grandi a seconda della specie, lobate e anche frastagliate spesso aromatiche e vellutate, che virano dal verde tenero o verde scuro al giallo e rossastro dell’autunno. In alcune specie possono essere porpora o variegate. I fiori sono semplici a coppa, da 1 a 3 cm di larghezza, di solito nelle sfumature di rosa, blu e bianco, (con tonalità quasi sempre molto accese), in certe varietà anche bicolore o screziati sempre numerosi. Sbocciano da maggio a ottobre e con una durata più o meno lunga a seconda della specie e varietà.

 

Coltivazione

Si adattano bene a qualsiasi terreno fertile, drenato, sia al sole sia in mezz’ombra e per stimolare una intensa fioritura si consiglia di concimare in primavera e in estate con fertilizzante minerale completo, con un buon titolo di fosforo e potassio. Irrigare moderatamente nei periodi asciutti e cimare vigorosamente le piante al termine della fioritura per stimolare la nuova vegetazione ed eventualmente una seconda emissione di fiori. Le varietà da bordura si avvantaggiano di una leggera pacciamatura di materiale organico (strame fogliare, humus, compost) distribuita accuratamente intorno alle piante nel periodo autunnale.

 

Geranium sanguineum

Semi di Geranium sanguineum

Visti da vicino sono veramente curiosi questi semi. Ogni seme ha un perfetto apparato di lancio che al momento della maturazione scatta come una molla. Il seme viene così lanciato anche a qualche metro dalla pianta madre. Per questo motivo è facile, mentre si ripulisce l´aiuola, beccarsi un seme nell´occhio, basta sfiorare le piccole catapulte.

Geranium ´Johnson´s Blue´

Il più conosciuto nel vasto gruppo dei geranium e uno dei più fioriferi. Non ha molte pretese, ma evitate di porlo in condizioni troppo asciutte o poco fertili.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Geraniaceae
Fiori:
Semplici a coppa, da 1 a 3 cm di larghezza, di solito nelle sfumature di rosa, blu e bianco
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Piccole medie o grandi a seconda della specie, lobate e anche frastagliate
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Eupatorium

 Descrizione Erbacee o suffrutici dal portamento cespitoso, eretto e robusto, talvolta quasi imponenti. Hanno foglie lanceolate ampie o strette, dipende dalla specie, con margini dentati, un po’ ruvide, verdi o […]

Chiastophyllum

 Descrizione Genere comprendente una sola specie, Chiastophyllum oppositifolium (foto), queste belle sempreverdi, non sono da confondersi con altre Crassulaceae, per la fioritura costituita da innumerevoli piccolissimi fiori a campanella, giallo-oro […]

Asphodeline

 Descrizione Erbacee della famiglia delle Asphodelaceae dal portamento simile a quello dell’aglio, anche le foglie lo ricordano: strette lunghe e verde grigie. Le radici sono carnose e i fiori sono […]