Globularia

 Descrizione

Erbacee perenni di origine alpina o delle montagne della Turchia, si tratta di piante dalla crescita lenta, che dopo un corretto attecchimento possono vivere molto a lungo.

La rappresentante più significativa è la Globularia cordifolia (foto), una sempreverde tappezzante con piccole foglie spatolate e ricurve, che si sviluppano su ramificazioni semilegnose e prostrate a terra. I fiori sono in effetti delle infiorescenze globulari larghe 2,5 cm al massimo, che si sviluppano in piena estate. Il colore è blu o blu lilla e l’altezza massima della pianta è 10 cm.

 Altre specie e varietà

Globularia bisnagarica, una specie rara, con foglie a cucchiaio e fiori indaco-viola. Altezza 10-15 cm.
Globularia cordifolia ´Alba´, con fiori bianchi che compaiono da maggio a giugno. Altezza 3-5 cm.
Globularia x indubia, con foglie lanceolate verde oliva e capolini con petali bianchi con margini blu lavanda. Altezza 50-60 cm.
Globularia meridionalis, un tempo classificata come Globularia bellidifolia, presenta foglie verde scuro a forma di cucchiaio e fiori estivi di color lavanda- blu chiaro. Altezza 15-30 cm.
Globularia nudicaulis, con foglie da ovate a lanceolate, formanti una rosetta basale e capolini di fiori azzurro chiaro. Altezza massima 25-30 cm.
Globularia punctata, con foglie formanti un cuscino molto basso e fiori estivi azzurro-blu, che compaiono su steli alti 10-15 cm. Una specie ideale per il giardino roccioso o alpino.
Globularia repens, un tempo classificata come Globularia nana, non più alta di 8-10 cm, presenta foglie leggermente a cucchiaio, tendenzialmente striscianti e graziosi fiorellini indaco.
Globularia trichosantha, sempreverde con foglie lucide ricurve di color verde scuro e fiori blu intenso che compaiono su fusti eretti nella tarda primavera e all´inizio dell´estate.

 Coltivazione

Amano i terreni ben drenati, ghiaiosi o sassosi, sia in terreno neutro sia alcalino. Sono quindi piante ideali per i giardini rocciosi, i muretti a secco e le vasche in pietra.

Concimare in primavera con fertilizzante minerale a lenta cessione, irrigare solo nei periodi di gran caldo e al termine della fioritura si consiglia di cimare leggermente i piccoli fiori.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Plantaginaceae
Fiori:
Piccole infiorescenze globulari larghe 2,5 cm
Dimensioni:
Dai 10 ai 30 cm di altezza, secondo la specie
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Spatolate e ricurve, che si sviluppano su ramificazioni semilegnose
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Molto adatte per il giardino roccioso o alpino
Schede Correlate

Acanthus

 Descrizione Senza esagerare, ma se ne reperite qualcuno nei vivai specializzati non fatevelo scappare, si tratta di una erbacea perenne dalla forma cespitosa e densa, con numerosi fiori imbutiformi porpora […]

Dianthus caryophyllus

 Descrizione Conosciuto con il nome comune di garofano dei fioristi, il Dianthus caryophyllus è una pianta originaria dell´Europa sud-occidentale, Italia compresa. Antenato dei selvatici garofani da giardino è senza dubbio […]

Leontopodium

 Descrizione Il Leontopodium alpinum (foto), detta anche “Stella alpina” o “Edelweiss”, sono i più conosciuti fiori di montagna che possono essere coltivati anche in bassa quota. Ricordiamo che si tratta […]