Globularia

 Descrizione

Erbacee perenni di origine alpina o delle montagne della Turchia, si tratta di piante dalla crescita lenta, che dopo un corretto attecchimento possono vivere molto a lungo.

La rappresentante più significativa è la Globularia cordifolia (foto), una sempreverde tappezzante con piccole foglie spatolate e ricurve, che si sviluppano su ramificazioni semilegnose e prostrate a terra. I fiori sono in effetti delle infiorescenze globulari larghe 2,5 cm al massimo, che si sviluppano in piena estate. Il colore è blu o blu lilla e l’altezza massima della pianta è 10 cm.

 Altre specie e varietà

Globularia bisnagarica, una specie rara, con foglie a cucchiaio e fiori indaco-viola. Altezza 10-15 cm.
Globularia cordifolia ´Alba´, con fiori bianchi che compaiono da maggio a giugno. Altezza 3-5 cm.
Globularia x indubia, con foglie lanceolate verde oliva e capolini con petali bianchi con margini blu lavanda. Altezza 50-60 cm.
Globularia meridionalis, un tempo classificata come Globularia bellidifolia, presenta foglie verde scuro a forma di cucchiaio e fiori estivi di color lavanda- blu chiaro. Altezza 15-30 cm.
Globularia nudicaulis, con foglie da ovate a lanceolate, formanti una rosetta basale e capolini di fiori azzurro chiaro. Altezza massima 25-30 cm.
Globularia punctata, con foglie formanti un cuscino molto basso e fiori estivi azzurro-blu, che compaiono su steli alti 10-15 cm. Una specie ideale per il giardino roccioso o alpino.
Globularia repens, un tempo classificata come Globularia nana, non più alta di 8-10 cm, presenta foglie leggermente a cucchiaio, tendenzialmente striscianti e graziosi fiorellini indaco.
Globularia trichosantha, sempreverde con foglie lucide ricurve di color verde scuro e fiori blu intenso che compaiono su fusti eretti nella tarda primavera e all´inizio dell´estate.

 Coltivazione

Amano i terreni ben drenati, ghiaiosi o sassosi, sia in terreno neutro sia alcalino. Sono quindi piante ideali per i giardini rocciosi, i muretti a secco e le vasche in pietra.

Concimare in primavera con fertilizzante minerale a lenta cessione, irrigare solo nei periodi di gran caldo e al termine della fioritura si consiglia di cimare leggermente i piccoli fiori.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Plantaginaceae
Fiori:
Piccole infiorescenze globulari larghe 2,5 cm
Dimensioni:
Dai 10 ai 30 cm di altezza, secondo la specie
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Spatolate e ricurve, che si sviluppano su ramificazioni semilegnose
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Molto adatte per il giardino roccioso o alpino
Schede Correlate

Dracocephalum

 Descrizione Genere di erbacee di origine alpina che comprende alcune specie molto belle, ma purtroppo per niente conosciute. Per esempio le varietà di Dracocephalum argunense (foto), hanno un portamento cespitoso […]

Armeria

 Descrizione Le poche specie di uso ornamentale meriterebbero sicuramente più attenzione per le diverse situazioni in cui potrebbero essere impiegate. Il portamento cespitoso a cuscino conferito dalle numerosissime foglie lineari […]

Scutellaria

 Descrizione Erbacee adatte ai giardini rocciosi ma ancora poco conosciute. Quasi tutte le specie, hanno un portamento cespuglioso, a cuscino, ma non mancano le specie a portamento eretto. I fiori […]