Hemerocallis

 Descrizione

Qualche autore garantisce che si potrebbero costruire interi giardini utilizzando solo gli Hemerocallis. In effetti gli ibridi di queste belle erbacee, sono numerosissimi; in Italia la disponibilità è limitata alla poche varietà conosciute, mentre in paesi come gli Stati Uniti o il Canada non mancano vivai specializzati unicamente in questa erbacea. I motivi sono presto detti, quasi tutti gli ibridi formano cespi densi e robusti formati da foglie nastriformi semipersistenti o sempreverdi di color verde chiaro. Da questi si sviluppano steli più o meno alti a seconda della varietà che portano fiori simili a quelli dei gigli, quindi a tromboncino che possono agevolmente ricoprire tutta la gamma dei colori, dal bianco al giallo, l’arancio, il rosso, il rosa e il porpora, passando per centinaia di sfumature. Alcune varietà sono anche molto profumate, inoltre la durata della fioritura è spesso entusiasmante potendo arrivare a coprire tutta l’estate e parte dell’autunno, vedi per esempio, Hemerocallis ´Stella de Oro´ (foto), anche se la durata del singolo fiore è effimera, non superando le ventiquattro ore, ma è una continua alternanza di fiori nuovi e vecchi.

 Altre specie

Hemerocallis flava, dai fiori gialli molto profumati.
Hemerocallis citrina, dai fiori color giallo limone lievemente profumati.
Hemerocallis dumortieri, Hemerocallis esculenta, Hemerocallis forrestii e Hemerocallis fulva, dai fiori color giallo-arancio.
Hemerocallis lilioasphodelus, Hemerocallis middendorffii e Hemerocallis minor con fiori rossi all´esterno e gialli all´interno.
Hemerocallis thunbergii, con fiori giallo-arancio.

 Coltivazione

Si tratta per lo più di erbacee rustiche che sanno adattarsi alla stragrande maggioranza delle condizioni climatiche e di terreno, potendo vegetare bene anche nella mezz’ombra, dove però sviluppano meno fiori che in pieno sole. Altri motivi per una stentata fioritura sono la carenza d’acqua nei momenti troppo caldi o asciutti, quindi una scarsa concimazione e dopo 4-5 anni dall’impianto anche un eccessivo infoltimento dei cespi; che vanno quindi divisi provvedendo a un nuovo trapianto.

Si consiglia di concimare con fertilizzante organico tipo compost o letame ben maturo, soprattutto al momento dell’impianto, mentre si può ricorrere alla concimazione minerale in primavera e in autunno.

Irrigare moderatamente in piena estate e di tanto intanto è bene recidere gli steli sfioriti.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Hemerocallidaceae
Fiori:
Simili a quelli dei gigli, quindi a tromboncino
Dimensioni:
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Nastriformi semipersistenti o sempreverdi di color verde chiaro
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Schede Correlate

Campanula

 Descrizione Genere vastissimo appartenente alla famiglia delle Campanulaceae, sono erbacee presenti praticamente in ogni giardino. Le specie sono veramente tante ed è difficile catalogarle tutte, quindi i giardinieri preferiscono suddividerle […]

Artemisia

 Descrizione Genere di erbacce molto conosciute tra i colleghi d’oltralpe e anglosassoni, hanno poco successo in Italia, dove invece potrebbero essere coltivate con facilità sia in ambiente mediterraneo che continentale. […]

Limonium

 Descrizione Le Limonium, sono un genere di erbacee dal portamento cespitoso, che nel periodo estivo producono una miriade di piccolissimi fiori violetti, riuniti in pannocchie espanse su steli sottili, ma […]