Incarvillea

 Descrizione

Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Bignoniaceae trova nella Incarvillea delavayi (foto), la specie più conosciuta; una erbacea di aspetto cespitoso con foglie pennate, da ovali a oblunghe, riunite a formare rosette basali di color verde scuro. Da queste si ergono lunghi steli robusti e carnosi e alle loro estremità fiori imbutiformi, rosa scuro riuniti in infiorescenze di 7-10 elementi. Sbocciano a fine primavera inizio estate e l’altezza massima è di 60 cm.

 Altre specie e varietà

Incarvillea arguta, con foglie simili a quelle della felce e fiori rosa pallido, che compaiono su steli arcuati, da luglio a settembre.
Incarvillea compacta, specie nana, con foglie pennate e grappoli di fiori rosa, raggiunge i 10-15 cm di altezza.
Incarvillea delavayi ´Alba´, una cultivar con rosetta di foglie lucide,  simili a quelle della felce e fiori imbutiformi bianchi con la gola gialla. Altezza 40-50 cm.
Incarvillea delavayi ´Bee´s Pink´, con fogliame simile alla precedente, ma con fiori rosa e gola gialla. Altezza 40-50 cm.
Incarvillea delavayi ´Snowtop´, con fiori bianchi dalla gola gialla, simili a quelli della Petunia, che sbocciano ad inizio estate. Altezza 40-50 cm.
Incarvillea forrestii, con foglie più piccole rispetto alle altre piante del stesso genere e fiori rosa intenso. Altezza 15-20 cm.
Incarvillea grandiflora, con foglie dentate e fiori a tromboncino rosa-porpora. Altezza 20-30 cm.
Incarvillea mairei, con foglie cuoriformi e fiori estivi di color porpora con la gola gialla. Altezza 15-20 cm.
Incarvillea olgae, con fiori porpora, raggiunge i 40-60 cm di altezza.
Incarvillea sinensis ´Cheron´, con foglie simili a quelle della felce e deliziosi fiori bianco-crema con la gola giallo pallido, che fioriscono da giugno ad agosto.
Incarvillea zhongdianensis, con uno o due fiori per stelo, di color rosa brillante, molto grandi rispetto alle dimensioni della pianta. Fiorisce in estate e raggiunge un´altezza di 20-25 cm.

 Coltivazione

Vogliono terreni fertili e profondi, in pieno sole e in clima continentale è meglio posizionarle accanto a muri o arbusti che le proteggano. A questo proposito è preferibile distribuire sui cespi una spessa pacciamatura organica o strame fogliare al termine dell’autunno.

Irrigare moderatamente in primavera e estate o nei periodi asciutti.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Bignoniaceae
Fiori:
Imbutiformi, rosa scuro riuniti in infiorescenze di 7-10 elementi.
Dimensioni:
Non superano i 60-70 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Pennate, da ovali a oblunghe, riunite a formare rosette basali
Esposizione:
Sole o mezz'ombra, al riparo dai freddi venti del Nord
Temperature:
Evitare il freddo eccessivo, d'inverno non scendere sotto gli 0 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Alchemilla

 Descrizione Pare che il nome Alchemilla derivi dalla parola “alchimista”, ovvero colui che all’origine della medicina usava prelevare di buon mattino la rugiada depositata sulle foglie di questa interessante erbacea […]

Acanthus

 Descrizione Senza esagerare, ma se ne reperite qualcuno nei vivai specializzati non fatevelo scappare, si tratta di una erbacea perenne dalla forma cespitosa e densa, con numerosi fiori imbutiformi porpora […]

Senecio cineraria

 Descrizione Coltivata sopratutto nel nord Italia, come pianta annuale, la Senecio cineraria è una perenne, che riesce se ben protetta, a superare le fredde temperature invernali. Si tratta di una […]