Kirengeshoma

 Descrizione

Lontanamente imparentate alle ortensie, queste Hydrangeaceae sono pochissimo utilizzate e conosciute; la rappresentante più facile da reperire nei vivai specializzati è Kirengeshoma palmata (foto), dal portamento eretto e con qualche ramo ricadente. Le foglie sono lobate e dentate, verde scuro. I fiori, che sembrano fatti di cera, sono campanule gialle di media dimensione, sbocciano al termine dell’estate e possono fiorire fino ai geli. L’altezza massima è di 80 cm.

 Altre specie e varietà

Kirengeshoma palmata Koreana Group, una erbacea perenne con verdi foglie palmate e fiori giallo pallido, su steli marroni, che sbocciano in tarda estate ed inizio autunno. Altezza 60-70 cm.

 Coltivazione

Sono piante che amano l’ombra o comunque un lieve ombreggiamento, i terreni freschi e ricchi di humus. Quindi, queste originali erbacee si inseriscono perfettamente nel sottobosco fertile e ricco di strame fogliare e se ben coltivate possono vegetare per molti anni.

Fertilizzare con compost o letame disidratato in autunno e primavera ed irrigare moderatamente nei periodi asciutti o di gran caldo.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Hydrangeaceae
Fiori:
Sembrano fatti di cera, sono campanule gialle di media dimensione
Dimensioni:
Non superano i 70-80 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico. Solfato di ferro all'occorrenza
Foglie:
Lobate e dentate, verde scuro
Esposizione:
Ombra o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, non argilloso e ricco di humus
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Anacyclus

 Descrizione Simpaticissime erbacee simili a margherite striscianti. Il portamento è appunto tappezzante, aderente al terreno. Le foglie divise, grigio verdi sono finemente frastagliate e sempreverdi. I fiori, come margherite larghe […]

Euphorbia

 Descrizione Genere vastissimo che comprende sia erbacee, che arbusti o suffrutici, da pochi centimetri di altezza, fino a 150-160 cm nelle specie più vigorose. L’aspetto è quasi sempre di piante […]

Alchemilla

 Descrizione Pare che il nome Alchemilla derivi dalla parola “alchimista”, ovvero colui che all’origine della medicina usava prelevare di buon mattino la rugiada depositata sulle foglie di questa interessante erbacea […]