Primula vulgaris

 Descrizione

Primula vulgaris è una pianta della famiglia delle Primulaceae, originaria dell´Europa occidentale e meridionale. Il nome comune è primula e deriva dalla parola latina primus che significa primo, in riferimento al tempo di fioritura primaverile precoce.

Si tratta di un perenne che cresce da un´altezza di 10 fino a 30 cm, composta da una rosetta basale di foglie più o meno sempreverdi a dispetto dell´habitat in cui vive. Le foglie sono lunghe da 5 a 25 cm e larghe da 2 a 6 cm, spesso molto rugose, con margini dentellati e picciolo breve.

I fiori delicatamente profumati sono grandi da 2 a 4 cm di diametro, sostenuti singolarmente da steli brevi e sottili. I fiori in genere sono di colore giallo pallido ma in natura si possono anche trovare altri colori come bianco o rosa.

 

Coltivazione

Le piante prosperano lungo torrenti o stagni ed in condizioni adeguate, la primula può coprire un intero terreno in boschi aperti.

La primula è un punto fermo per la realizzazione di impianti e giardini per le abitazioni anche perché ampiamente disponibile come sementi o piante giovani a basso costo.

Cresce meglio in terreni umidi ma ben drenati in ombra leggera e anche in vasi.

Si consiglia di trapiantarle in primavera dopo la fioritura. Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o minerale a lenta cessione e pacciamare in autunno con strame fogliare o compost ben maturo.

In aree con alta densità di popolazione a volte ha sofferto un’ eccessiva raccolta tant´è che la rimozione di piante di primula dall´ambiente naturale è illegale in molti paesi, come ad esempio il Regno Unito.

 

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Primulaceae
Fiori:
In genere sono di colore giallo pallido e delicatamente profumati
Dimensioni:
10-30 cm di altezza
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Foglie:
Spesso molto rugose, con margini dentellati, lunghe da 5 a 25 cm e larghe da 2 a 6 cm
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Primavera e autunno con concime organico
Schede Correlate

Dianthus caryophyllus

 Descrizione Conosciuto con il nome comune di garofano dei fioristi, il Dianthus caryophyllus è una pianta originaria dell´Europa sud-occidentale, Italia compresa. Antenato dei selvatici garofani da giardino è senza dubbio […]

Achillea

 Descrizione Genere vastissimo di erbacee accomunate dal fogliame finemente frastagliato, più o meno allungato, talvolta tomentoso e aromatico. Producono infiorescenze appiattite, più o meno fitte e consistenti, in colorazioni che […]

Solidago

 Descrizione Genere di erbacee dal portamento cespitoso, eretto, solitamente molto vigorose, ancora poco conosciute e utilizzate; meriterebbero molta più attenzione per le indubbie qualità di piante tuttofare. Hanno anche il […]