Sagina

 Descrizione

La piccolissima pianta che descriviamo, assomiglia più ad un muschio che ad una erbacea, ma tant’è questa è proprio la sua forza, ovvero quella di poter creare dei fittissimi tappeti verdi, sempreverdi, alti non più di 1-2 cm.

La specie più comune è Sagina subulata (foto). La foglia è piccola, lineare, verde brillante e i fiori sono minutissimi, singoli, con 5 petali, sbocciano a fine primavera o inizio estate. Essendo stolonifera si allarga abbastanza velocemente sul terreno con i suoi germogli sottili e radicanti, se le condizioni pedoclimatiche lo permettono; è dotata anche di un lieve profumo.

Oltre alla Sagina subulata a questo genere appartiene anche la Sagina subulata var. glabrata ´Aurea´, che forma un bassissimo tappeto di minute foglie verde-giallo oro e minuscoli fiorellini bianchi che cominciano ad apparire nella tarda primavera. Altezza 1-2 cm.

Coltivazione

Le giuste condizioni per vederla vegetare senza problemi, sono la mezz’ombra e una certa umidità del terreno, ma senza ristagni, cioè un substrato ben drenante. Preferisce un suolo lievemente acido o neutro. In località troppo calde e secche non si sviluppa come dovrebbe, se non fornendole un apporto idrico giornaliero.

La Sagina subulata dà il meglio di sé tra le fessure di un selciato, o per ricoprire brevi porzioni di terreno sul giardino roccioso. Viene inoltre impiegata come “erbetta” nei vasi di bonsai.

Nei vivai viene proposta in vasetti o ciotole che sarebbe meglio non piantare tali e quali ma suddividendo le piante in “porzioni” più piccole. Irrigare subito dopo e nei giorni seguenti fino al completo attecchimento.

Si tratta comunque di piante rustiche che ben sopportano i rigori dell’inverno.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Caryophyllaceae
Fiori:
Minutissimi, singoli, con 5 petali
Dimensioni:
Non superano i 5 cm
Irrigazione:
Irrigare spesso, soprattutto in estate
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Piccole, lineari e verde brillanti
Esposizione:
Sole o mezz'ombra, al riparo dai freddi venti del Nord
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile e ben drenato, anche umido
Potatura:
Non necessaria
Curiosità:
Schede Correlate

Aconitum

 Descrizione Genere di erbacee conosciuto soprattutto per la velenosità di ogni sua parte. Comunque ideali come piante ornamentali per le foglie divise e profondamente incise, verde scuro e lucide, ma […]

Codonopsis

 Descrizione Genere di erbacee appartenenti alla famiglia delle Campanulaceae, trova nella Codonopsis clemateidea, la specie più conosciuta (nell’ambito dei veri appassionati essendo poco diffusa nei vivai). Un’erbacea dal portamento eretto […]

Arenaria

 Descrizione Genere di piante erbacce appartenenti alla famiglia delle Caryophyllaceae, trova nell´Arenaria montana (foto), la specie più coltivata. Purtroppo solo conosciuta come erbacea adatta ai vasi per decorare balconi e […]