Giardini labirinti

Il labirinto è in origine il palazzo cretese di Minosse dove era rinchiuso il Minotauro e da dove Teseo trovò la libertà solo grazie al filo di Arianna. Si tratta quindi di un simbolo forte che dovrebbe racchiudere in se il bene e il male, la ricerca di se e le complicazioni dell’amore. Pare che ogni cultura antica abbia almeno una raffigurazione del labirinto, anche quelle preistoriche, ma è nel labirinto raffigurante il pellegrinaggio verso un centro di equilibrio o verso il sacro che esso trova le sue massime raffigurazioni (per esempio nella cattedrale di Chartres). Il giardino labirinto è una trasposizione paesaggistica che utilizza le piante per formare pareti impenetrabili e delimitare percorsi e vialetti. Verso la fine del Seicento il giardino labirinto trova la definizione di Giardino d’Amore che nei suoi cerchi concentrici o nelle composizioni sempre più elaborate assurge a simbolo della coppia primigenia o comunque al rapporto tra uomo e donna e all’ambiguità stessa dei rapporti d’amore. Il centro del labirinto è quasi sempre un padiglione con un albero dall’alto valore simbolico, detto anche “albero di Maggio”, o albero della fecondità, o albero della vita nel giardino dell’Eden. Nel labirinto si mescolano il gioco della coppia, l’amore, l’erotismo, l’irrazionalità, lo smarrirsi e il ritrovarsi (quindi la ricerca di se). Dopo un periodo di oblio i giardini labirinto stanno avviandosi ad una nuova giovinezza, forse sulla scia dell’introspezione psicologica e di una generale rinascita spirituale dell’individuo.

Schede Correlate

Giardino francese

Il giardino alla francese trovò la sua massima ispirazione nel seicento. Il momento era propizio per manifestare tutta la potenza e la nobiltà dell’epoca, glorificando la ricchezza e la supremazia […]

Giardini pensili

L’esigenza di diffondere gli spazi verdi all’interno delle città, anche là dove in apparenza sembrerebbe impossibile, ha alimentato la ricerca di soluzioni pratiche ed economiche per sopperire innanzitutto alla mancanza […]

Arte topiaria

Solitamente intendiamo come “arte topiaria” (in una comune e semplificata definizione) la tecnica di potare determinate piante in forme obbligate al fine di ottenere elementi architettonici e ornamentali utili alla […]