Giardini terapeutici

La Garden Therapy o giardino terapia (orto terapia per alcuni) nasce come volontà di coinvolgere pazienti con disfunzioni psichiche e fisiche nella cura o coltivazione di piante e ortaggi. I migliori istituti riabilitativi anglosassoni se ne dotarono fin dal dopoguerra senza per questo ricercarne una definizione. I risultati furono subito evidenti perché il contatto stesso con gli elementi della natura (aria, acqua, fuoco e terra) provoca un alleviarsi dei dolori della mente e del corpo. Persone che la malattia aveva recluso tra quattro mura trovano nelle piante e negli stimoli sensoriali che esse forniscono l’occasione per riequilibrarsi, nel rispetto dei tempi della natura, socializzando e potendo nuovamente riutilizzare il corpo e la mente in un progetto naturale e senza agonismi. Attualmente i giardini terapeutici sono una delle sfide più interessanti a cui molti progettisti e giardinieri dedicano creatività e ingegno, anche la dove la terapia è intesa come “benessere” ovvero una ricerca del star bene in ogni occasione. Se ne stanno dotando così le migliori beauty farm, gli alberghi che offrono spazi per il relax e la cura del corpo, alcuni agriturismi, ma anche scuole e asili e naturalmente case di cura per anziani.

Schede Correlate

Arte topiaria

Solitamente intendiamo come “arte topiaria” (in una comune e semplificata definizione) la tecnica di potare determinate piante in forme obbligate al fine di ottenere elementi architettonici e ornamentali utili alla […]

Giardino urbano

I giardini che sorgono all’interno della città dovrebbero avere l’imprescindibile vocazione nel permettere all’individuo di rimanere accanto alla natura, cosa che non sempre accade. Per l’abitante di una grande città […]

Giardino arabo-ispanico

La forma stessa degli impianti irrigui delle oasi hanno dato poi origine ai giardini arabo-ispanici. La sua forma è tipica: è recintato, per lasciar fuori il deserto, è formale e […]