Ananas

 Descrizione

È una bella perenne esotica appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae che produce un abbondante cespo di lunghe foglie allungate (anche 70-80 cm), coriacee e sempreverdi, verde grigio, bluastre o giallo arancio. Da questo si sviluppa l’infiorescenza blu di fiori a tre petali. Lo stelo termina con un ciuffo di foglie. L’infiorescenza sviluppa dopo 5 mesi un grosso frutto che è l’insieme di diverse bacche riunite tra loro. Si tratta di uno dei frutti esotici più apprezzati e consumati in tutto l’occidente.

Tutte le varietà fanno capo a due specie principali: Ananas sativus e Ananas comosus. Da queste sono state selezionate varietà che si differenziano per colore e portamento, nonché per l’aroma dei frutti.

 Principali varietà  di Ananas

Queen, dalle foglie spinose e giallastre, i frutti sono dolci.
Cayenne, con foglie terminanti con una spina, dal colore arancio. Il gusto è dolce ma un po’ acidulo.
Spanish, con foglie sono spinose a color arancio. Il frutto è acidulo più chiaro delle altre varietà.
Abacaxi, con foglia rosata e sapore dolce dei frutti.

 Coltivazione Ananas

Piante tropicali che desiderano clima umido e caldo, con minime che non scendano sotto i 15 °C perché i frutti possano svilupparsi e non inferiori a 8 °C per una generale sopravvivenza. Servono però almeno 22-26 °C perché le piante riescano a portare a maturazione i propri frutti. Quindi le piante sviluppano meglio in pieno sole e su terreni fertili e ben drenati, meglio se neutri o un po’ acidi.

Assolutamente da evitare le posizioni dove ristagna l’acqua. Per ottenere piante ben vegetate e stimolate alla fruttificazione occorre una buona concimazione di fondo (al momento dell’impianto) con concime organico e un mix di macro e microelementi evitando l’eccesso di azoto.

Irrigare di frequente senza creare situazioni favorevoli ai marciumi e ombreggiare per le varietà che sono suscettibili al “colpo di sole”. Per ottenere nuove piante occorre recidere la parte sommitale del frutto che porta ancora il ciuffo di foglie, avendo cura di lasciare un po’ di polpa da cui si svilupperanno le nuove radichette. Quindi si appoggia la sezione tagliata su un substrato torboso e fertile coprendolo appena con la stessa terra. Il ciuffo di foglie viene ricoperto da una pellicola di nailon e irrigato periodicamente si attende la radicazione. Mantenendo il tutto ad una temperatura di almeno 20-24 °C.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Bromeliaceae
Fiori:
Fiori a tre petali, riuniti in infiorescenza blu
Dimensioni:
Non superano i 60-70 cm
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico, integrare nel periodo caldo con poco concime minerale
Foglie:
Cespo di lunghe foglie allungate (anche 70-80 cm), coriacee e sempreverdi
Esposizione:
Sole
Temperature:
Evitare il freddo eccessivo, rimanere oltre i 15° C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Curiosità:
Tra i frutti esotici più conosciuti e utilizzati
Schede Correlate

Hibiscus

 Descrizione Ampio genere di arbusti e alberelli, sempreverdi o caduchi, appartenenti alla famiglia delle Malvaceae. Sono piante originarie degli Stati Uniti, Cina, Giappone, India, e anche dell’area mediterranea. I fiori […]

Lilium

 Descrizione Genere ampio che appartiene alla famiglia delle Liliaceae. L’origine è mediterranea, asiatica e Nord Americana. Si tratta di bulbose che producono steli alti fino a due metri, con foglie […]

Zantedeschia

 Descrizione Genere di erbacee perenni appartenenti alla famiglia delle Araceae. La caratteristica principale è il fiore, ovvero l’infiorescenza formata da uno spadice voluttuosamente avvolto da una spata ampia, sottile, bianca, […]