Ficus

 Descrizione

Questo è uno dei generi più diffusi comprendente un migliaio di specie, anche molto diverse le une dalle altre, tutte appartenenti alla famiglia delle Moracee. Le specie adatte alla vita in appartamento o in locali chiusi sono quelle di origine tropicale e subtropicale che nei loro paesi possono raggiungere altezze e diametri considerevoli. Come il Ficus benjamina, che nelle nostre abitazioni non potrà mai esprimere tutta l’energia con cui avvolge le foreste delle Filippine o Indiane, talvolta crescendo fino a 25-30 metri di altezza. Le foglie dei Ficus possono essere ellittiche e di dimensioni medie (circa 10 cm), come appunto in Ficus benjamina, oppure come in Ficus lyrata, assomiglianti a quella di antichi strumenti (la lira appunto) e di dimensioni ragguardevoli: fino a 50-60 cm di lunghezza. Ci sono poi delle specie a foglia ovata e piccolissima come Ficus pumila (foto), un rampicante dall’aspetto esile ma che in Cina o Giappone produce rami più vigorosi ed eretti, capaci di portare foglie decisamente più grandi e coriacee. Alla bellezza del fogliame che di solito è coriaceo e sempreverde, si aggiunge quella delle cortecce: grigie, rossastre o molto scure a seconda della specie. Quindi il portamento che si rivela spesso molto elegante riuscendo a convogliare gli sguardi come e più di tante piante fiorite. Infatti l’unico neo dei Ficus e la quasi totale mancanza di fioriture importanti. In appartamento le altezze variano dai pochi centimetri di Ficus pumila, se lasciato strisciare o ricadere invece che arrampicare, a 4-6 metri di Ficus benjamina.

 Coltivazione

Quasi tutti i Ficus amano il terreno fertile e ben drenato, formato da una buona quantità di humus, torba e compost ben decomposto o strame fogliare (faggio). Preferiscono il pH acido, quindi si può utilizzare una parte (1/2) di terriccio per azalee al posto di humus e torba, più il solito substrato di foglie o compost. Tutti i ficus desiderano attenzione al momento dell’innaffiatura seguendo la vecchia regola del poco e spesso. Ciò vuol dire che useremo acqua lasciata decantare almeno due o tre giorni per eliminare il cloro in eccesso, oppure quella piovana, quindi si bagna il terreno facendo attenzione a non creare ristagni pericolosi, per esempio nei sottovasi. Un’ottima tecnica è quella di appoggiare i vasi su uno strato di argilla espansa o ghiaia sparsa nei sottovasi, eventualmente nebulizzando una o due volte la settimana l’intera pianta, soprattutto in appartamenti troppo caldi, ma anche in piena estate e non con il sole diretto che colpisca il fogliame. Di tanto in tanto è bene lasciare asciugare completamente il substrato, soprattutto ai primi sintomi di sofferenza, quando la pianta manifesta qualche iniziale foglia ingiallita. Nei casi limite, se molte foglie cadono ingiallite si può ricorrere ad una vigorosa potatura evitando d’irrigare per un periodo più o meno lungo ma aumentando l’intensità delle nebulizzazioni. Le specie di ficus reperibili nei vivai e nei garden center sono l’ideale per la vita in appartamento non desiderando di meglio che una mezz’ombra o una illuminazioni abbondante ma non il sole diretto che provocherebbe ustioni sul fogliame. Nel periodo estivo possono essere lasciati all’aperto: in giardino o terrazza, avendo sempre cura di posizionarli al riparo di un muro rivolto ad est o sotto la protezione di cannicciate o alberi non troppo fitti. D’inverno evitare temperature inferiori ai 15-18 °C. Potare solo per eliminare rami o foglie deperite e per limitare la crescita quando diventano ingombranti (accade spesso con Ficus benjamin), ma attenzione al momento del taglio perché il lattice che tutti i ficus possiedono può essere irritante per la pelle.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Moraceae
Fiori:
Piccoli e insignificanti
Dimensioni:
Da 15-20 cm fino a 4-6 mt
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Fertilizzante minerale a lenta cessione ogni 20-30 giorni
Foglie:
Possono essere ellittiche e di dimensioni medie (circa 10 cm), come in Ficus benjamin, oppure come in Ficus lyrata, assomiglianti a quella di antichi
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Evitare il freddo eccessivo, d'inverno non scendere sotto i 10 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame deperito
Curiosità:
Schede Correlate

Dieffenbachia

 Descrizione Le Dieffenbachia, sono arbusti sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Araceae, coltivate soprattutto per la foglia decorativa, oblunghe e color crema, argentee o verde scuro, maculate di giallo, con venature […]

Passiflora

 Descrizione Ampio genere di rampicanti erbacei o legnosi appartenenti alla famiglia delle Passifloracee. Devono il loro nome (fiore della passione) allo stretto legame con la sacra numerologia che accompagna la […]

Lilium

 Descrizione Genere ampio che appartiene alla famiglia delle Liliaceae. L’origine è mediterranea, asiatica e Nord Americana. Si tratta di bulbose che producono steli alti fino a due metri, con foglie […]