Pelargonium (Geranio)

 Descrizione

Ampio genere di suffrutici e arbusti appartenenti alla famiglia delle Geraniaceae, originarie dell’Africa meridionale. Si riconoscono per il fogliame alterno e lobato, con margini lievemente dentati (più o meno a seconda della specie), spesso carnose e tomentose, anche profumate o odorose.

Anche i fusti sono solitamente carnosi, da erbacei a semilegnosi. I fiori, riuniti in infiorescenze, sono costituiti da cinque sepali e cinque petali, in certe specie imbutiformi, o increspati, a corolla semplice o doppia, larghi da 2 a 6-8 cm. I colori vanno dal bianco puro al rosso sangue o porpora, passando per tutte le loro sfumature.

Le varietà più diffuse sono tutte originate da Pelargonium zonale e Pelargonium x hortorum, ovvero i cosiddetti gerani zonali, oppure Pelargonium peltatum, ovvero i geranio edera. I primi hanno solitamente portamento eretto o cespitoso, mentre i secondi sono ricadenti o striscianti.

Sempre più spesso sono reperibili nei migliori garden center e nei vivai specializzati i cosiddetti gerani odorosi ovvero tutte quelle specie e varietà selezionate oltre che per la bellezza dei fiori anche per i suggestivi profumi che emanano: cannella, cioccolato, limone, arancio, menta, ecc…

Principali specie di Geranio

Pelargonium capitatum, di circa 25-30 cm di altezza e con fiori dal rosa al porpora secondo le varietà.
Pelargonium grandiflorum, conosciuto anche con il nome comune di geranio imperiale, presenta rispetto agli altri gerani, fusti più sottili e foglie dal margine dentato; i fiori, secondo le varietà vanno dal bianco al rosso, comprese tutte le tonalità intermedie come rosa e lilla. Altra caratteristica di questa specie, è di avere il centro dei fiori di una tonalità più scura, generalmente rosso scuro o porpora.
Pelargonium graveolens, presenta foglie palmate, dentate e aromatiche, ma la caratteristica più bella sono i suoi fiori rosa con i due petali superiori venati color porpora.
Pelargonium odoratissimum, conosciuto anche come geranio odoroso, grazie all´aroma di mela che emanano i piccoli fiori bianchi o rosati che sbocciano da inizio primavera fino a tutta l´estate.
Pelargonium radens, con fiori dal rosa al viola pallido e foglie che se stropicciate emanano un gradevole aroma di limone.
Pelargonium sidoides, di origini sudafricane, è rinomata nella medicina alternativa, per l´estratto che da essa si ricava.
Pelargonium triste, specie particolare, che presenta un grosso tubero dal quale dipartono lunghi steli prostrati con piccole foglie simili a quelle delle carote; i fiori possono essere bianchi, giallo chiaro o rosa chiaro.

Coltivazione dei gerani

I Pelargonium possono essere coltivati all’esterno solo in ambiente mediterraneo, dove le temperature invernali non scendano sotto i 5-6 °C.  In clima continentale le piante vanno conservate all’interno di una veranda, un androne o scale, ovunque ci sia una buona illuminazione e una temperatura di almeno 6-8 °C, diminuendo le innaffiature e tagliando (abbassando) i 2/3 della vegetazione. Dalla primavera all’autunno si posizionano invece all’aperto, in giardino, terrazza o balcone, anche in pieno sole, che anzi contribuisce all’intensificarsi delle colorazioni dei fiori.

Le innaffiature vanno programmate con regolarità ma senza provocare ristagni pericolosi che provocherebbero marciumi radicali, lasciando asciugare il terreno tra una innaffiatura è l’altra.

Il terreno ideale è fertile e ben drenato, costituito da una buona quantità di terriccio pronto, circa 2/3, a cui si aggiunge un terzo di humus o compost o terriccio di foglie (faggio) e un po’ di sabbia. Dalla primavera all’autunno è anche bene fertilizzare ogni 20-30 giorni, con un complesso di macro e microelementi a basso contenuto di azoto.

Una buona norma prevede di eliminare con regolarità i fiori appassiti così da stimolarne la produzione di nuovi: tagliando appena sotto il primo paio di foglie.

Controllare almeno una volta all’anno la crescita radicale ed eventualmente provvedere al loro rinvaso aumentando la dimensione del vaso di un paio di misure.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Geraniaceae
Fiori:
A corolla semplice o doppia, larghi da 2 a 6-8 cm
Dimensioni:
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico, integrare nel periodo caldo con poco concime minerale
Foglie:
Lobato, con margini lievemente dentati
Esposizione:
Sole o mezz´ombra
Temperature:
Evitare il freddo eccessivo, d´inverno non scendere sott i 6-8° C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
A fine inverno per stimolare la nuova fioritura
Curiosità:
Schede Correlate

Begonia Dragon Wing Red

 Descrizione Un particolare ibrido di begonia, caratterizzato da un aspetto ricadente e con una abbondante fioritura estiva e autunnale. Molto vigorosa e ben ramificata, ideale per cesti appesi è indicata […]

Hibiscus

 Descrizione Ampio genere di arbusti e alberelli, sempreverdi o caduchi, appartenenti alla famiglia delle Malvaceae. Sono piante originarie degli Stati Uniti, Cina, Giappone, India, e anche dell’area mediterranea. I fiori […]

Cocos

 Descrizione Nelle isole dell’Oceano Pacifico questo genere è costituito soprattutto dalla specie Cocos nucifera, famiglia delle Arecaceae, che è anche la più coltivata e facilmente reperibile in quasi tutti i […]