Kentia

 Descrizione

È la pianta da appartamento tipica e immancabile nelle case liberty, poi lasciata quasi cadere in oblio, quindi attualmente riconsiderata per gli spazi ampi e i saloni, anche in stile moderno, dove immancabilmente si mostrerà in tutta la sua eleganza.

Le specie più conosciute e utilizzate sono due: Howea belmoreana e Howea forsteriana o Kentia belmoreana e Kentia forsteriana, (tra botanici la questione è ancora aperta), della famiglia delle Arecaceae; nei garden center e nei vivai la più diffusa è senz’altro la seconda. Sono facilmente riconoscibili per le grandi foglie pennate e pendule, verde scuro e lucide, lunghe più di un metro. In effetti si tratta di una palma che nei paesi di origine, isole dell’Oceano Pacifico, raggiunge facilmente i 15 metri di altezza, ma i Italia può essere coltivata solo negli interni, dove invece dimostra una ottima resistenza.

 Coltivazione

La Kentia è una pianta che ama gli ambienti luminosi ma può vegetare anche in scarsità di luce, seppure per brevi periodi. Il sole diretto che proviene da dietro una vetrata è invece poco tollerato e si rischiano ustioni fogliari. La temperatura è bene che non sia mai troppo elevata, per esempio accanto ad un termosifone, l’ideale d’inverno sono i 12-15 °C . Irrigare frequentemente ma con volumi d’acqua contenuti per non rendere il terreno fradicio; nebulizzare il fogliame almeno una o due volte alla settimana, contribuendo così a mantenere la pianta linda dalla polvere. Il terreno di coltura ideale è fertile e ben drenato, costituito da una buona quantità di terriccio pronto, circa 2/3, a cui si aggiunge un terzo di humus o compost o terriccio di foglie (faggio) e un po’ di sabbia. Concimare in autunno e primavera con fertilizzante organico o compost evitando gli eccessi di azoto e durante l’estate somministrare ogni 20 gg un complesso minerale liquido o in polvere.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Araceae
Fiori:
Dimensioni:
Nei paesi di origine è una palma che raggiunge i 15 mt di altezza
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico, integrare nel periodo caldo con poco concime minerale
Foglie:
Grandi foglie pennate e pendule, verde scuro e lucide, lunghe più di un metro
Esposizione:
Mezz'ombra.
Temperature:
Evitare il freddo eccessivo, rimanere oltre i 15 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame deperito
Curiosità:
Schede Correlate

Croton

 Descrizione Genere di piante sempreverdi apprezzate per la bellezza del fogliame, appartenenti alla famiglia delle Euphorbiaceae, originarie delle isole dell’Oceano Pacifico e dell’India meridionale. Sono facilmente riconoscibili per le foglie […]

Anthurium

 Descrizione Questa spettacolare erbacea perenne esotica appartenente alla famiglia delle Araceae è una delle piante più utilizzate per la produzione di fiore reciso. Però bisogna distinguere quello che in effetti […]

Asparagus

 Descrizione Erbacee perenni appartenenti alla famiglia delle Asparagaceae, coltivate per il fogliame decorativo. Le foglie sono in effetti dei fusti sottili ed arcuati, verdi, molto fitti e ramificati cha assomigliano […]