Acanthocereus

 Descrizione

Genere di piante grasse originarie dell´America centrale appartenenti alla famiglia delle Cactaceae di color verde brillante con grandi fiori bianchi che fioriscono in estate. In natura ma anche se coltivati, gli Acanthocereus formano dei cespugli molto radi con fusti eretti nelle piante giovani, che tendono ad incurvarsi verso il terreno nella età adulta se non trovano un sostegno dove appoggiarsi. I frutti che succedono ai fiori sono tondeggianti e la buccia è di color rosso acceso mentre la polpa bianca e morbida è commestibile.

Specie e varietà Acanthocereus

Acanthocereus horridus, con fusti composti da tre coste di color verde scuro, presenta un portamento semi-eretto; i fiori, notturni ed  estivi sono di color bianco.
Acanthocereus pentagonus, con fusti dal portamento colonnare, può raggiungere anche i 4-5 metri di altezza. Le areole lungo le coste sono distanti 2-3 cm una dalle altre e le spine sono di color bruno e lunghe 1-2,5 cm.

 Coltivazione Acanthocereus

L´Acanthocereus è un genere di piante che soffrono a temperature inferiori ai 10 °C e che quindi andranno ricoverate alle prime avvisaglie di freddo.

Nonostante appartenga alle Cactaceae, gradisce i luoghi ben illuminati ma non la luce diretta del sole se non solo per qualche ora al giorno.

Per quanto riguarda il fabbisogno d´acqua, sarà assolutamente da non bagnare durante il ricovero invernale mentre andrà innaffiata con costanza durante il periodo primaverile ed estivo, sempre aspettando che il terreno sia ben asciutto tra una annaffiatura e l´altra. Sempre durante il periodo vegetativo per dargli maggior vigore, si potrà fertilizzare almeno una volta al mese con un concime specifico per piante grasse.

Particolare attenzione dovrà essere fatta per la composizione del terreno che dovrà essere molto soffice e in prevalenza sabbioso per permettere un buon drenaggio, dato che l´Acanthocereus sono molto vulnerabili al marciume radicale in caso di ristagni d´acqua.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Cactaceae
Fiori:
Estivi e bianchi
Dimensioni:
Irrigazione:
Moderate nel periodo vegetativo
Concimazione:
Una volta al mese con un concime specifico per piante grasse
Foglie:
Esposizione:
Pieno sole, solo per qualche ora al giorno
Temperature:
Minima 10°C
Terreno:
Molto soffice e in prevalenza sabbioso
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Aloe variegata

 Descrizione Conosciuta un tempo con il soprannome di Aloe Tigre, la Aloe variegata appartiene alla famiglia delle Asphodelaceae, ed è originaria della Namibia e di alcune zone del Sudafrica. Le […]

Aloe peglerae

 Descrizione Pianta succulenta appartenente alla famiglia delle Asphodelaceae, la Aloe peglerae è originaria del Sudafrica; presenta foglie arcuate, piatte, molto carnose e di color grigio-verde, che virano al rosso se […]

Pachyphytum oviferum

 Descrizione La Pachyphytum oviferum è senz´altro la pianta più conosciuta del genere Pachyphytum. Si presenta con foglie carnose e succulente, di color verde chiaro, ricoperte di pruina, che nascono su […]