Aloe ferox

 Descrizione

Pianta succulenta appartenente alla famiglia delle Asphodelaceae, la Aloe ferox è originaria del Sudafrica, ed insieme alla Aloe vera e alla Aloe arborescens, viene impiegata in campo erboristico.

L´aspetto è arbustivo con foglie molto robuste, disposte a rosetta, provviste di spine, che mano a mano che si sviluppano in altezza, seccano nella parte sottostante, raggiungendo altezze fino a 3 metri.

I fiori, che molto raramente si sviluppano nelle piante coltivate sono generalmente rosso-arancio e raramente bianchi.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania

 Coltivazione

Senza particolari esigenze, l´Aloe ferox trova la sua giusta collocazione all´aperto generalmente lungo la costa dove la temperatura non scende mai sotto lo zero. Non sopporta temperature inferiori ai 6-8 °C quindi alle altre latitudini la dovremo coltivare in vaso e porla in un ambiente riparato nel periodo più freddo dell´anno.

I vasi, visto il buon sviluppo della pianta, dovranno essere capienti e profondi per favorire un buono sviluppo dell´apparato radicale.

Sole anche diretto e terreno ben drenato unito ad una irrigazione settimanale nel periodo estivo e ogni 2-3 settimane nel restante periodo dell´anno saranno le condizioni ottimali per la coltivazione delle Aloe.

 Altre specie del genere Aloe

    Aloe peglerae

     Aloe variegata

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asphodelaceae
Fiori:
Rosso-arancio, raramente bianchi
Dimensioni:
Nel suo habitat naturale raggiunge i 3 metri di altezza
Irrigazione:
Settimanale nel periodo estivo
Concimazione:
Foglie:
Disposte a rosetta, molto robuste e provviste di aculei
Esposizione:
Pieno sole
Temperature:
Minima 6-8 °C
Terreno:
Ben drenato
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Mammillaria plumosa

 Descrizione Originaria del Messico del nord, la Mammillaria plumosa, presenta un fusto globoso di circa 6-7 cm di diametro di color verde chiaro. Caratterizzata da un rapido accestimento, presenta tubercoli […]

Notocactus leninghausii

 Descrizione Originaria del sud del Brasile, il Notocactus leninghausii, presenta un fusto inizialmente globoso che con il passare del tempo tende a diventare colonnare. Ha la tendenza a generare fusti […]

Sedum

 Descrizione A vederli non si direbbe, ma invece sono proprio delle piante “tuttofare”, succulente che si possono utilizzare in molteplici situazioni, anche le più impensate e/o gravose: per es. sui […]