Cereus

 Descrizione

Un genere di piante succulente comprendente una decina di specie appartenenti alla famiglia delle Cactaceae; originarie delle zone tropicali del Sud America, sono diffuse ora anche nei climi temperati, grazie alla sua facilità di coltivazione.

A sviluppo colonnare e spesso ramificato, in natura può raggiungere altezze notevoli, mentre se coltivato in vaso e comunque alle nostre latitudini, le altezze sono molto ridimensionate.

A seconda delle specie, il colore varia dal verde scuro di Cereus peruvianus (foto), al verde-azzurro di Cereus jamacaru. I fiori che sbocciano nelle piante adulte sono grandi, ad imbuto e di color bianco; in seguito vengono prodotti i frutti che tra l´altro sono commestibili.

 Altre specie appartenenti al genere

Cereus aethiops, a sviluppo colonnare, presenta un fusto color verde-bluastro che con il passare del tempo vira verso il verde scuro. Sulle areole, presenta spine sia radiali sia centrali, appuntite e nerastre. I fiori estivi, presentano petali bianco-rosati, lunghi fino a 20 cm. In condizioni ideali può raggiungere i 2 metri di altezza.
Cereus argentinensis, dal portamento colonnare molto ramificato, presenta costolature molto evidenti e areole con spine radiali e centrali, lunghe dai 5 ai 10 cm, brunastre e appuntite. Produce fiori estivi imbutiformi, bianchi con sfumature rosse e verdi.
Cereus chalybaeus, dal portamento colonnare e ramificato, è di color verde-bluastro con costolature marcate e areole sulle quali si sviluppano spine nerastre, sia radiali sia centrali. Produce fiori bianchi con i petali più esterni che presentano sfumature dal rosa al rosso. In condizioni ideali può raggiungere i 2,5-3 metri di altezza.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania

 Coltivazione

Coltivabile in vaso, nel sud Italia, è possibile coltivare i Cereus anche all´esterno, dato che la temperatura minima è attorno ai 5°C. Un genere che sopporta grandi periodi di siccità, richiede modeste ma frequenti annaffiature durante il periodo estivo e ogni 2-3 settimane, durante il periodo vegetativo, va somministrato del fertilizzante specifico per piante grasse.

Il terreno dovrà essere sciolto e ben drenato per evitare il formarsi di pericolosi ristagni idrici.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Cactaceae
Fiori:
Grandi, imbutiformi e bianchi, sbocciano nelle piante adulte
Dimensioni:
Contenute se coltivato, supera i 10 metri allo stato selvatico
Irrigazione:
Leggere ma frequenti durante il periodo estivo
Concimazione:
Ogni 2-3 settimane con fertilizzante specifico per piante grasse
Foglie:
Esposizione:
Qualche ora di pieno sole al giorno
Temperature:
Ottimale tra i 20 e 30 °C
Terreno:
Sciolto e ben drenato
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Polaskia

 Descrizione Appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, sono piante che presentano lunghi fusti colonnari, anche molto ramificati, originarie dei deserti messicani. Le costolature sono ben evidenti, come pure le areole che […]

Aztekium

 Descrizione Genere di piante grasse succulenti della famiglia delle Cactaceae, sono originarie del Messico centrale e del Nord e fanno parte di questo genere, solamente due specie; la Aztekium ritteri […]

Crassula

 Descrizione Genere di Crassulaceae, che vanta all´incirca 300 specie, originarie del Sudafrica, presenta piante con portamenti molto diversi a seconda della specie e anche le altezze che possono raggiungere sono […]