Frithia pulchra

 Descrizione

Appartenente al genere Frithia e alla famiglia delle Aizoaceae, è l´unica specie del genere che si trova facilmente nei vivai specializzati. Dal caratteristico sviluppo a rosetta presenta foglie succulente, grigio-verdi, alte poche cm, con la tendenza ad espandersi lateralmente, creando dei mini agglomerati tappezzanti. I fiori estivi, assomigliano a quelli delle margherite e sono fucsia, con l´interno che sfuma prima verso il bianco e poi verso il giallo.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania

 Coltivazione

Le Frithia pulchra, temono il freddo e quindi richiedono di essere poste a dimora in ambiente riparato; nessun problema per quanto riguarda le altre stagioni. Gradiscono la mezz’ombra e terreni ben drenati misti a sabbia, con annaffiature leggere ma frequenti, solo a terreno completamente asciutto da qualche giorno, durante il periodo vegetativo. Una volta al mese concimarle con fertilizzante specifico per piante grasse unito all’acqua dell’annaffiatura.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Aizoaceae
Fiori:
Estivi, fucsia con sfumature bianche e gialle
Dimensioni:
Al massimo 3-4 cm di altezza
Irrigazione:
Leggere ma frequenti durante il periodo vegetativo
Concimazione:
Una volta al mese con fertilizzante specifico per piante grasse
Foglie:
Grigio-verdi e succulenti
Esposizione:
Mezz'ombra
Temperature:
Teme il freddo
Terreno:
Ben drenato misto sabbia
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Mammillaria bombycina

 Descrizione Originaria del Messico del nord, la Mammillaria bombycina ha portamento allungato e raggiunge i 15-20 cm di altezza per 5-6 di diametro. Si propaga per polloni e mentre alla […]

Euphorbia ferox

 Descrizione Originaria del Sudafrica, la Euphorbia ferox è caratterizzata da uno sviluppo a carattere cespitoso, con fusti che presentano molte ramificazioni basali. Il portamento è colonnare, con costolature lineari e […]

Cleistocactus

 Descrizione Genere di piante grasse appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, sono originarie delle montagne andine e della Bolivia. L´aspetto è colonnare, con numerose costolature, lungo le quali vi sono altrettante […]