Pilosocereus

 Descrizione

Genere di piante grasse appartenenti alla famiglia delle Cactaceae, molto diffuse nel Messico e nella parte nord del Sudamerica; zone caratterizzate da una stagione secca da novembre ad aprile e una stagione umida da maggio a ottobre.

Genere comprendente numerose specie, i Pilosocereus specialmente nel loro habitat naturale, raggiungono dimensioni notevoli, con grandi fusti colonnari, che in alcune specie presentano varie ramificazioni; i colori variano a seconda delle specie e possono essere grigi, verde glauco,verde-azzurri e anche bluastro.

Caratteristica comune, è una folta peluria che compare quando la pianta è adulta, il nome difatti deriva dal latino e significa “Cereus peloso”; da questa “peluria”, sbocciano in estate i fiori, imbutiformi, grandi, profumati e di svariati colori a seconda della specie.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania

Principali specie

Pilosocereus azureus (foto), a sviluppo colonnare, presenta fusti verde-azzurrognoli. Nel suo habitat naturale produce fiori bianchi, notturni che vengono impollinati da pipistrelli. Il colore bluastro tipico della pianta, viene accentuato con l´età  e con la prolungata esposizione ai raggi del sole.
Pilosocereus gounellei, a sviluppo arbustivo e ramificato può raggiungere i 4 metri di altezza. Il colore del fusto varia dal verde oliva al glauco. Produce fiori bianchi imbutiformi, lunghi 4-9 cm; ad essi seguono frutti globulari con diametro di 4,5-6 centimetri.
Pilosocereus menesianus, con portamento colonnare, presenta fusti grigio-verdastri, areole lanuginose e numerose spine, sia radiali sia centrali, bianco-giallastre.
Pilosocereus pachycladus, dal portamento eretto e colonnare presenta fusti di color verde-azzuro e spine color oro. Produce fiori bianchi con segmenti esterni rossastri e frutti rossi.
Pilosocereus palmeri, dallo sviluppo eretto e colonnare, presente spine bianche o gialle, e areole ricoperte di una folta peluria biancastra. Produce fiori rosa.
Pilosocereus robinii, con fusti cilindrici, verdi e succulenti, che allo stato selvatico, possono raggiungere i 10 metri di altezza. Produce grandi fiori bianchi, ai quali seguono frutti rosso-porpora.

Coltivazione

I Pilosocereus, gradiscono terreni ben drenati e con una buona componente di sabbia o altro materiale grossolano, atto a favorire un buon drenaggio; l´esposizione in pieno sole e temperature non inferiori ai 10°C, quindi nel caso che la pianta sia posta a dimora all´esterno, dovrà essere ricoverata in ambiente riparato durante la stagione fredda.

Le annaffiature dovranno essere effettuate durante il periodo vegetativo e solamente a terreno completamente asciutto; a fine primavera ed all´inizio dell´autunno assieme all´acqua della annaffiatura, andrà somministrato del concime specifico per piante grasse.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Cactaceae
Fiori:
Estivi, imbutiformi, grandi e profumati in piante adulte
Dimensioni:
Irrigazione:
Moderata
Concimazione:
Foglie:
Esposizione:
Pieno sole
Temperature:
Minima 10°C
Terreno:
Sciolto e ben drenato
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Acanthocereus

 Descrizione Genere di piante grasse originarie dell´America centrale appartenenti alla famiglia delle Cactaceae di color verde brillante con grandi fiori bianchi che fioriscono in estate. In natura ma anche se […]

Crassula perfoliata var falcata

 Descrizione Originaria del Sudafrica, presenta foglie alterne e incrociate, disposte a coppie sovrapposte, vellutate al tatto e di color grigio-verde. Cresce fino a 80-100 cm di altezza, dopodiché la crescita […]

Mammillaria bombycina

 Descrizione Originaria del Messico del nord, la Mammillaria bombycina ha portamento allungato e raggiunge i 15-20 cm di altezza per 5-6 di diametro. Si propaga per polloni e mentre alla […]