Pleiospilos

 Descrizione

Genere di succulente appartenenti alla famiglia delle Aizoaceae, sono piante originarie del Sudafrica. Le singole specie sono assai simili fra loro, e troviamo Pleiospilos con numerose coppie di foglie,allungate e a sezione triangolare, che fanno riferimento alla specie compactus e altre come la Pleiospilos nelii, con un´unica coppia di foglie assomiglianti ad una pietra.

Le foglie sono variamente puntinate, e il nome deriva dal greco e significa “dalle molte macchie”. In tutte le specie le foglie sono carnose e dal centro di essa sbocciano i fiori grandi e profumati, che presentano varie colorazioni a seconda delle specie e varietà.

Per la foto si ringrazia il vivaio Florservice di Verbania

Principali specie

Pleiospilos bolusii, con coppie di foglie dal grigio-verde al verde-marrone, sono lunghe 4-7 cm e spesse 3-4 cm. Presentano numerose puntinature e producono fiori gialli.
Pleiospilos compactus, con foglie disposte a rosetta e a sezione triangolare, sono lunghe dai 7 ai 15 cm. Di color verde-grigio, riccamente puntinate, producono grandi fiori gialli. Molto particolare la Pleiospilos compactus sp. minor, più piccola della specie tipo e con foglie cuoriformi.
Pleiospilos leipoldtii, con foglie grigio-verdi tendenti al viola, divergenti e lunghe 7-8 cm. Produce fiori gialli.
Pleiospilos magnipunctatus, con foglie grigio-verdi tendenti al marrone, presenta puntinature in rilievo e sono lunghe 5-9 cm. Unite alla base, le foglie presentano la pagina superiore piatta e la pagina inferiore convessa. Produce fiori gialli.
Pleiospilos nelii (foto), vedi relativa scheda cliccando sul nome.

Coltivazione

Andranno poste a dimora in pieno sole e se coltivate in appartamento, bisognerà provvedere ad un buon ricircolo d´aria, essendo soggette a marciume in caso di umidità elevata. Di conseguenza il terreno dovrà essere molto ben drenato, aggiungendo materiale grossolano, tipo ghiaia, ad un composto di buon terriccio.

Le annaffiature saranno da scarse a moderate in funzione della temperatura e completamente sospese durante il periodo invernale. Come per le Lithops, durante il cambio delle foglie, le annaffiature devono essere sospese fino a quando quelle vecchie non si saranno completamente seccate.

Durante il periodo invernale, se coltivate in appartamento, in caso di ambiente riscaldato e molto secco, si potranno apportare delle sporadiche nebulizzazioni.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Aizoaceae
Fiori:
Gialli o arancioni a seconda della specie
Dimensioni:
Irrigazione:
Da scarse ad assenti
Concimazione:
Foglie:
Carnose e puntinate
Esposizione:
Pieno sole
Temperature:
Minima 10°C
Terreno:
Ben drenato
Potatura:
Curiosità:
Schede Correlate

Notocactus leninghausii

 Descrizione Originaria del sud del Brasile, il Notocactus leninghausii, presenta un fusto inizialmente globoso che con il passare del tempo tende a diventare colonnare. Ha la tendenza a generare fusti […]

Kalanchoe daigremontiana

 Descrizione Dal portamento eretto, sviluppa fusti, che a partire dalla base, diventano legnosi con il passare del tempo. Le succulenti e carnose foglie, sono allungate, dentate ai margini e di […]

Opuntia microdasys

 Descrizione Pianta a sviluppo arbustivo, la Opuntia microdasys è composta da articoli o pale, denominati botanicamente cladodi, lunghi dai 6 ai 15 cm e larghi da 4 a 12 cm. […]