Syringa (Lillà)

 Descrizione

Le siepi di lillà erano un tempo tra le piante preferite per formare siepi folte e informali, ovvero non potate, mantenendo la forma naturale delle piante, anche in ambienti particolarmente ostili come i fondovalle freddi di montagna. Sono piante da utilizzare nuovamente con fiducia perché alla rusticità uniscono l’appariscente fioritura e il soave profumo.

Se accostate ad altri arbusti da fiore si abbia l’accortezza di utilizzare piante di buona stazza, quindi ideali per siepi di confine in perfetto stile country o giardino di campagna, con una altezza che giunge facilmente a 300-350 cm.

Coltivazione

Si tratta di arbusti rustici e forti, capaci di vegetare ovunque, anche se preferiscono terreni fertili, profondi e soleggiati, perfino un po’ calcarei. Le piante giovani vanno accudite fornendo loro un moderato ma immancabile apporto di acqua, ma da adulte possono sopportare anche brevi periodi siccitosi o estati particolarmente calde.

Si potano in inverno eliminando i rami più vecchi e all’occorrenza (ogni 4-5 anni) per ristabilire una forma armonica e piena, è bene essere drastici eliminando gran parte della vegetazione. In commercio sono reperibili sia piante prodotte da seme sia da talea sia innestate. Le varietà più interessanti sono in genere riprodotte con quest’ultimo sistema.

Concimare con letame in polvere o compost maturo in primavera e autunno. Tutti i lillà possono essere coltivati nei giardini alpini. Il loro impiego va dalle siepi miste in compagnia di altri arbusti da fiore, o come piante isolate, o per formare macchie ampie di una sola varietà, magari a ridosso di gazebo o panche da dove poter apprezzare meglio il fantastico profumo dei fiori.

Foto Gallery
Syringa vulgaris ´Avalanche´ Syringa vulgaris syringa vulgaris_2540
 

Syringa ´Avalanche´

 

Syringa Sensation

 

Syringa-mist 1

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Oleaceae
Fiori:
Piccoli e tubulari, semplici o doppi, sono riuniti in pannocchie più o meno coniche e allungate, dal profumo soave
Dimensioni:
Raggiunge facilmente i tre metri di altezza
Irrigazione:
In estate o durante periodi siccitosi
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Ovale o lanceolata, dentata, verde chiaro o verde intenso
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato
Potatura:
Al termine della fioritura
Curiosità:
Schede Correlate

Lavandula

 Descrizione La Lavandula spica sta lasciando sempre più il posto a varietà compatte e di bassa statura come Lavandula angustifolia ´Hidcote´ (foto), che hanno il vantaggio di fiorire per un periodo […]

Populus nigra

 Descrizione Il Populus nigra ´Italica´ è uno degli alberi più utilizzati per la formazione di siepi frangivento o comunque molto alte (anche 20-25 mt). Pianta resistente, ideale per terreni umidi […]

Ilex

 Descrizione Gli agrifogli più adatti alla formazione di siepi sono le varietà a grande sviluppo di Ilex aquifolium (foto). La specie tipo è già un’ottima pianta per il colore verde […]