Prunus laurocerasus

I Prunus più utilizzati e conosciuti, come piante da siepe, sono sicuramente quelli a fogliame persistente, ovvero tutte le varietà di Prunus laurocerasus.

Purtroppo di questa pianta si è fatto un uso smodato anche in situazioni in cui l’aspetto estetico della medesima non si inseriva adeguatamente nelle architetture della casa e in quello dello del paesaggio circostante.

Sopporta molto bene le potature e quindi è una pianta adatta a formare siepi sempreverdi rigorose e classiche. Cresce velocemente e in pochi anni può raggiungere facilmente l’altezza di 3-5 mt; da tenere presente che la struttura della pianta stessa richiede una certa “larghezzaâ€? per potersi sostenere adeguatamente. La potatura si effettua alla fine dell’inverno(marzo-aprile) e in piena estate (agosto) per conferire alla siepe una certa compattezza del fogliame.

Al momento dell’impianto distanziare le piante a 50-80 cm una dall’altra.

Principali varietà

Prunus laurocerasus ´Caucasica´, con foglie verde brillante, lanceolate e più strette della specie tipo; può raggiungere i 4 metri di altezza e produce fiori primaverili ai quali seguono bacche verdi, molto decorative, che con il passare del tempo scuriscono, per diventare quasi nere.
Prunus laurocerasus ´Mount Vernon´, di crescita fitta e compatta, raggiunge i 2 metri di altezza, mentre lateralmente riesce a raggiungere, anche se molto lentamente i 4-5 metri.
Prunus laurocerasus ´Otto Luyken´, ideale per bordure o siepi basse, dato che non supera il metro e mezzo di altezza, presenta foglie lanceolate, coriacee e strette con infiorescenze bianche riunite in spighe che sbocciano a metà primavera.
Prunus laurocerasus ´Schipkaensis´, con foglie strette, lanceolate, presenta infiorescenze a grappolo primaverili bianche alle quali seguono bacche violacee.
Prunus laurocerasus ´Zabeliana´, raggiunge altezze di 3-5 metri, e presenta caratteristiche molto simili alla ´Schipkaensis´.

Coltivazione

Sono arbusti di poche esigenze, si adattano sia al sole sia alla mezz’ombra, anche se le fioriture migliori le danno con una buona esposizione.

Amano i terreni fertili e profondi, molto ben drenati, anche se lievemente calcarei.

Si potano al termine della fioritura, eliminando preferibilmente le branche vecchie o danneggiate e rendendo l’esemplare più rado. Evitare però i tagli sui diametri maggiori di 3-4 cm nelle varietà di pesco (Prunus persica).

Tutti i Prunus si possono utilizzare come piante da siepe in compagnia di altre specie di arbusti da fiore, oppure come piante singole. I sempreverdi come i Prunus laurocerasus sono invece adattissimi a formare siepi pure, in quasi tutti i climi favorevoli, meno la montagna. Infatti è diffusissimo, anche oltre un corretto utilizzo nel giardino.

È preferibile piantare giovani piante distanziandole almeno 50-70 cm l’una dall’altra.

Meno utilizzato come pianta singola può comunque essere tenuto in forma sferica, conica o piramidale eseguendo almeno tre o più potature all’anno, che tra l´altro sopporta benissimo.

Fertilizzare almeno due o tre volte all’anno con concime organico ed irrigare nel periodo estivo.

Foto Gallery
Chemin du Chèvrefeuille.

Prunus laurocerasus ´Marbled White´

Sign In Hedge

Prunus laurocerasus ´Green Marble´

Cherry Laurel Flowers, Prunus laurocerasus

Blüten der Lorbeerkirsche

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rosaceae
Fiori:
Piccoli e insignificanti
Dimensioni:
Raggiunge facilmente i 5-6 mt di altezza
Irrigazione:
Evitare periodi siccitosi prolungati
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Grandi e coriacee, verde lucido
Esposizione:
Sole o mezz'ombra
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
A fine inverno e in luglio agosto per mantenere la forma stabilita
Curiosità:

 

Schede Correlate

Carpinus

 Descrizione Il miglior carpino da siepe, anche per il costo relativamente contenuto delle singole piante è il Carpinus betulus (foto). Ne bastano un esemplare ogni 120-140 cm per formare una siepe […]

Buddleja

 Descrizione Sono gli arbusti ideali per formare siepi miste, ovvero siepi composte da diversi tipi di arbusti da fiore sia caduchi che sempreverdi. Le Buddleja però, si possono utilizzare anche […]

Taxus baccata

La siepe di tasso è probabilmente la miglior pianta per formare siepi sempreverdi rigorose e classiche. Il fogliame sottile e lucido, verde scuro, è l’ideale per veri e propri “muriâ€? […]