Pieris

 Descrizione

Genere di arbusti compatti e sempreverdi, molto ornamentali per il fogliame verde scuro e lucido, bronzato, rosso o rosso vivo a seconda della varietà, in primavera, ma che in molti casi si mantiene fino all’estate prima di virare al verde.

I fiori sono l’altro aspetto interessante dei Pieris: ovvero delle spighe erette o pendule portate alle estremità e formate da innumerevoli piccoli fiori campanulati, bianchi o crema, dall’aspetto ceroso. Sono profumati. Si formano in primavera o nel tardo inverno a seconda della specie e varietà.

Il portamento è di solito arrotondato o globoso, l’altezza massima di 2 metri, nelle coltivar più vigorose; 4 metri per la specie originaria Pieris japonica (foto).

Altre specie e varietà

Pieris ´Flaming Silver´, dal portamento globoso, con fiori primaverili bianchi e foglie variegate.
Pieris japonica ´Little Heath´, sempreverde con fogliame giovane bronzo-rosso e fiori bianchi riuniti in pannocchie.

Coltivazione

Piante acidofile per eccellenza, i Pieris vogliono un pH inferiore a 7, terra torbosa e posizione in mezz’ombra o ombra. I Pieris sono arbusti adatti a formare gruppi nella zona dei rododendri e azalee, da soli o in compagnia con questi. 

Dove c’è la possibilità di gelate tardive bisogna prestare attenzione alla formazione dei nuovi germogli che può venire seriamente compromessa, quindi approntare un sistema di copertura tipo teli antibrina o pagliericci. Nel caso di gelate si può tagliare la parte danneggiata stimolando la riuscita di nuova vegetazione. L’ideale è coltivarli in luoghi riparati o nel sottobosco. 

Concimare almeno due volte all’anno con fertilizzante organico: humus, compost ben maturo, letame in polvere, fertilizzante per acidofile. Irrigare se occorre senza provocare ristagni. 

Pieris japonica

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Ericaceae
Fiori:
Spighe erette o pendule e formate da innumerevoli piccoli fiori campanulati, bianchi o crema
Dimensioni:
Da 100-120 cm delle varietà nane fino a 4-5 mt
Irrigazione:
Irrigare periodicamente senza creare ristagni
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico. Solfato di ferro all´occorrenza
Foglie:
Verde scure e lucide, bronzate, rosse o rosso vivo a seconda della varietà
Esposizione:
Sole o mezz´ombra, al riparo dai freddi venti del Nord
Temperature:
Fino a -15 °C
Terreno:
Fertile, di medio impasto, ben drenato con pH acido
Potatura:
Solo per eliminare rami rotti o danneggiati, o per mantenere la forma
Curiosità:
Schede Correlate

Hydrangea

 Descrizione Questo genere senz’altro meriterebbe un sito tutto per se, tante sono le specie e varietà, ma soprattutto i loro impieghi. Infatti basti pensare alle forme e colori dei fiori […]

Chaenomeles

 Descrizione I Chaenomeles, chiamati anche Cydonia, sono facilmente riconoscibili per i fiori precocissimi, di solito prima delle foglie, rossi, rosa o bianchi a forma di coppa. In certe annate sono […]

Nerium

 Descrizione Arbusti originari del bacino mediterraneo, del genere fa parte l’unica specie coltivata a scopo ornamentale, che è Nerium Oleander, ovvero l´oleandro; di questa specie sono reperibili nei vivai un […]