Antennaria

 Descrizione

Piccole erbacee striscianti, stolonifere, delle quali la specie più conosciuta, con le molte varietà, è Antennaria dioica. Gli stoloni aderiscono sul terreno ampliando le singole piante e formando così veri e propri tappeti, anche molto fitti. La foglia è tomentosa, verde grigia con la pagina inferiore argentea o bianca, a forma di cucchiaio. I fiori sono piccoli, riuniti in infiorescenze dense su steli corti, eretti o un po’ flessuosi. Il colore è bianco negli individui maschili(sono piante dioiche) e rosa in quelli femminili. Ne esiste una varietà detta Antennaria dioica ´Rubra´, con fiori di un bel rosa scuro. L’altezza non supera i 15 cm.

 Altre specie

Antennaria aromatica, caratterizzata appunto da foglie aromatiche, che se stropicciate sprigionano un aroma molto simile al limone.
Antennaria microphylla, stolonifera perenne, con foglie a forma di cucchiaio e/o oblunghe, fiorisce in giugno luglio con fiori bianco-rosati.
Antennaria parvifolia, con foglie basali disposte a rosetta, tomentose, grigio-verdi e fiori biancastri.
Antennaria plantaginifolia, con foglie e steli lanosi di color grigio-verde e fiori bianco-rosati, riuniti in corimbi.
Antennaria rosea, con foglie basali e steli lanosi, sulla cui sommità fioriscono, riuniti in corimbi, i fiori color rosa-porpora.

 Coltivazione

Piante rustiche che amano i terreni fertili ma molto ben drenati, anche abbastanza asciutti. Sono piante ideali da giardino roccioso o tra la ghiaia e i ciottoli. Si coltivano cpn successo anche in vaso.

D’inverno bisogna prestare molta attenzione alla posizione che non deve essere soggetta a stillicidio o umidità costante dovuta allo scioglimento della neve.

Fertilizzare in primavera con concime organico o minerale a lenta cessione.

 

 

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Asteraceae
Fiori:
Piccoli, riuniti in infiorescenze dense su steli corti
Dimensioni:
Non superano i 15 cm
Irrigazione:
Solo quando necessario e nel periodo estivo
Concimazione:
Primavera e autunno con concime organico
Foglie:
Foglia tomentosa, verde grigia con la pagina inferiore argentea
Esposizione:
Sole
Temperature:
Fino a -20 °C
Terreno:
Fertili o poveri, molto ben drenati, anche sassosi
Potatura:
Solo per eliminare il fogliame e i fiori deperiti
Curiosità:
Schede Correlate

Lupinus

 Descrizione Il nome probabilmente trae origine dall’aspetto peloso e grigio del tegumento che riveste i semi, oppure dal greco lype, ossia pena o sofferenza, perché un tempo era il cibo […]

Calceolaria

 Descrizione Le Calceolaria, sono piccole erbacee originarie dell´America appartenenti alla famiglia delle Calceolariaceae, con specie annuali e perenni, alcune sempreverdi, con portamento spesso a cuscino strisciante. La foglia può essere […]

Aquilegia

 Descrizione Vasto genere di erbacee caduche abbastanza comuni per la facilità con cui si possono coltivare e la grande gamma di colori disponibili reperibili nei vivai specializzati. Il portamento è […]