Citrus myrtifolia (Chinotto)

 Descrizione

Originario della Cina, di crescita lenta, il Citrus myrtifolia è un albero che può raggiungere altezze comprese tra 2 e 3 metri, con un diametro della chioma di 2 metri. Le foglie verde brillante, sono cuoiose, piccole, ellittiche e portate su rami non spinosi, mentre i fiori, solitari o riuniti, sono anch´essi piccoli e di color bianco. Questo particolare rende questa pianta molto apprezzata anche dal punto di vista ornamentale. Il frutto, tondo o leggermente appiattito, quando maturo presenta una colorazione giallo-verde della buccia, con polpa amara. I frutti giungono a completa maturazione verso dicembre, ma il loro impiego nell´industria alimentare, necessità in parte di frutti ancora acerbi, che in funzione di ciò vengono raccolti già a partire da settembre. Il chinotto oltre ad essere famoso per l´omonima bevanda, viene anche utilizzato per produrre canditi, confetture e sciroppi.

Per la foto si ringrazia il vivaio Limara.

 Coltivazione

Il Citrus myrtifolia, predilige essere posizionato in pieno sole, in terreni fertili, di medio impasto, non argillosi o troppo compatti, dato che terreni di questo tipo, soffocherebbero l´apparato radicale. Per quanto riguarda il fabbisogno idrico, bisognerà intervenire in caso di un prolungato periodo di siccità, con irrigazioni di soccorso. Durante l´inverno o prima della messa a dimora il terreno andrà concimato con del letame maturo.

Caratteristiche in breve
Famiglia:
Rutaceae
Fiori:
Bianchi e piccoli
Dimensioni:
Altezza 2-3 metri
Irrigazione:
Intervenire in caso di siccità
Concimazione:
Letame maturo in inverno
Foglie:
Piccole, ellittiche di color verde brillante
Esposizione:
Pieno sole
Temperature:
Teme il freddo e il gelo è letale
Terreno:
Di medio impasto e fertile
Potatura:
Eliminare i rami troppo vicini o secchi
Curiosità:
Nel 1800 ebbe grande notorietà in tutta Europa
Schede Correlate

Prunus persica

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, il pesco, anche se esistono alcune varietà a carattere ornamentale, è largamente coltivato per i suoi frutti: le pesche. Con radici piuttosto superficiali, raggiunge […]

Tayberry

 Descrizione Appartenente alla stessa famiglia di more e lamponi, il Tayberry è appunto un ibrido di esse, sviluppato presso lo Scottish Crop Research Institute, Invergowrie – Scozia, da Derek e […]

Crataegus azarolus

 Descrizione Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, il Crataegus azarolus è un albero che se lasciato crescere liberamente si sviluppa in altezza fino ai 5-8 metri, sviluppando una chioma di 3-4 […]